Tu sei qui

Bastianini: "358 km/h? È incredibile quanto vadano veloci le MotoGP"

"In realtà non me ne sono reso conto. Non oso immaginare in futuro, non so se sia possibile andare più veloce di così. Partire 14° non è male ma un altro giro mi avrebbe permesso di entrare in Q2"

MotoGP: Bastianini: "358 km/h? È incredibile quanto vadano veloci le MotoGP"

Share


Enea Bastianini partirà 14° al via del Gran Premio d’Italia. Il pilota Ducati Avintia per pochi millesimi di secondo non è riuscito ad accedere alla Q2 ma è comunque soddisfatto del passo in avanti fatto in qualifica, soprattutto dopo essere partito dal fondo della griglia di partenza nel Gran Premio di Francia.

“Se guardiamo la classifica oggi è andata bene. Sono soddisfatto del lavoro che ho fatto da questa mattina. Ho provato con la seconda moto e non essendomi trovato troppo bene ho perso un po’ il ritmo. Per fortuna l’ho ritrovato subito nelle FP4. Avrei potuto essere un po’ più avanti però essere 14° non è male”.

Tu praticamente eri in prima fila nel vedere quello che è successo tra Marquez e Maverick.
“Sì, l’ho visto da vicino. Maverick aveva ragione, sono rientrati ai box tutti e due assieme. Io cercavo solo un riferimento per stargli dietro. Purtroppo, durante il giro, Alex Marquez si è messo in mezzo, era in difficoltà. Peccato perché un altro buon giro mi avrebbe permesso di entrare in Q2. L’importante è che sono competitivo”.

In gara cosa ti aspetti?
“Ambisco a qualcosa di più. Mi piacerebbe puntare al mio miglior risultato di quest’anno che significherebbe finire 8°. La gara è sempre un’altra cosa ma se parto bene me la posso giocare”.

Oggi hai raggiunto i 358 km/h. Te ne sei accorto?
“In realtà non me ne rendo conto. Soprattutto ieri, era veramente strano. Scollinavo con il posteriore e si alzava, grazie alle ali l’anteriore rimane a terra. È incredibile quanto vadano veloci le MotoGP di adesso, non oso immaginare tra un po’ di tempo. Non so se sia possibile andare ancora più veloce di adesso”.

Articoli che potrebbero interessarti