Tu sei qui

Moto3, Paolo Simoncelli: "Tatsu Suzuki non ha fame, gli manca solo quello"

"La famiglia di Tatsu sta bene e può aiutarlo anche se non fa una buona stagione. Molti piloti o vincono o spariscono, l'aspetto economico è importante"

Moto3: Paolo Simoncelli: "Tatsu Suzuki non ha fame, gli manca solo quello"

Share


Movimenti di mercato per tutto il motomondiale e anche per i team di Moto3. Molte squadre, ovviamente, pensano al salto di categoria e tra queste c’è anche il team SIC58. 

“Non va dimenticato il discorso economico – ha detto Paolo Simoncelli ai microfoni di Sky- i team per andare avanti hanno bisogno di soldi e alle volte si è costretti a prendere ragazzini con meno doti ma che portano un po’ di aiuto alla squadra. Vincere è difficile ma se uno vince e passa categoria è più facile, però ne vince solo uno”. 

A questo proposito, ricordiamo la questione sollevata lo scorso anno da Tatsuki Suzuki e la sua voglia di passare in Moto2 prima di affermarsi definitivamente nella categoria più leggera. 

“Tatsu è fortissimo ed ha solo un problema: che vinca o che non vinca la sua vita non cambia. Lui viene da una famiglia che sta bene e ha possibilità, essendo aiutato dalla famiglia, di avere una Moto2 anche se per caso fa una stagione non buona. Invece c’è gente che o vince o sparisce. L’unico difetto di Suzuki è che non ha fame ed è l’unica cosa che gli manca per diventare un gran pilota”. 

Articoli che potrebbero interessarti