Tu sei qui

MotoGP, Vinales: “Arrivo al Mugello da papà, ma corse e famiglia sono diversi”

“Quello che fa la differenza è come esci dall’ultima curva e la Yamaha ha una buona accelerazione. Cercherò di stare calmo questa volta”

MotoGP: Vinales: “Arrivo al Mugello da papà, ma corse e famiglia sono diversi”

Share


La famiglia Vinales si è allargata, dal momento che ad inizio settimana è nata Nina. Maverick ha quindi vissuto l’emozione di diventare padre nella settimana che lo porta al GP del Mugello. Un weekend dal sapore speciale per la pilota Yamaha, chiamato a lasciarsi alle spalle le difficoltà incontrate nelle ultime gare.

Affronterò questo weekend in maniera completamente diversa – ha esordito Maverick – da poco sono diventato padre, ma i sentimenti che uniscono la famiglia e le corse sono ben distini. Dentro di me ho una grandissima motivazione, anche perché mi piace questa pista. So che la M1 ha un grande potenziale e sono convinto che possiamo fare delle belle cose. Arrivo al Mugello da papà e per me è una situazione completamente nuova. Io però mi sento bene e le sensazioni sono positive, anche perché nell’ultima gara avevamo il passo per lottare per la vittoria e anche qua al Mugello possiamo essere competitivi. Ovvio, le Ducati saranno veloci, però in passato lo è stato anche la Yamaha, tanto che tre anni fa sono arrivato secondo”.  

Ovviamente al Mugello il motore dovrà fare la differenza.
“Sappiamo bene che c’è un lungo rettilineo, ma questo c’era anche in Qatar e la Yamaha è stata competitiva. La nostra moto ha una bella accelerazione in uscita dalla curva e questo è fondamentale. Ho avuto  modo di valutare con cura questo aspetto a Le Mans e cercherò di fare lo stesso anche qua. L’obiettivo è partire bene come fatto in Francia ed essere veloce fin da subito”.

Peccato che in quell’occasione le aspettative siano state deluse.
 “A Le Mans sono stato competitivo nei primi giri, poi però è arrivata la pioggia e ho iniziato a perdere la concentrazione. Ero molto turbato e affranto per quello che sta accadendo, infatti ho perso il riferimento dai piloti migliori che avevo davanti. Questa volta però cercherò di essere più calmo e avere il passo giusto, ma soprattutto affrontare il fine settimana con una mentalità aperta”.

Per domenica c’è il rischio concreto che piova.
“Ho visto, però dobbiamo essere tranquilli. Cercheremo di essere pronti e avere una strategia accurata in vista della gara per essere forti in qualunque situazione”.

Articoli che potrebbero interessarti