Tu sei qui

I migliori 10 scooter elettrici da città del 2021 | Guida all'acquisto

Il Piaggio ONE è solo l’ultimo arrivato di una lunga lista. Ecco quali sono gli e-scooter (equivalenti a un 125 cc) migliori dell’anno

Moto - Scooter: I migliori 10 scooter elettrici da città del 2021 | Guida all'acquisto

Share


Gli scooter elettrici rappresentano la new wave del tragitto casa-lavoro: le aziende di sharing puntano da tempo sulle due ruote a batteria, e ora anche i privati (complice la ripartenza post-Covid) iniziano a considerarle una valida opzione di mobilità. I più cercati sono quelli della categoria L3e-A1, ovvero quelli equiparabili ai 125 cc e quindi che si possono guidare con la patente B. Prima di passare in rassegna i migliori mezzi alla spina di questa categoria però è bene capire cosa c’è da sapere per fare un acquisto consapevole.

Promozioni e ecobonus

Uno dei principali motivi, se non il principale motivo, per cui in tanti si avvicinano con curiosità al mondo della mobilità elettrica sta nel prezzo: con ecoincentivi e promozioni si può risparmiare infatti fino al 50% rispetto al prezzo di listino dei mezzi elettrici.
E’ bene ricordarlo però: l’Ecobonus è pari al 40% del prezzo d’acquisto IVA esclusa, per un massimo di 3.000 euro, se si rottama una moto o uno scooter endotermico con omologazione Euro 3 o antecedente, mentre scende al 30% (sempre con tetto a 3.000 euro) se non c’è rottamazione. I fondi, partiti a gennaio, sono stati rinnovati un mese fa, e per accedervi non bisogna fare nulla, visto che la parte burocratica è affidata ai rivenditori. Ora però entriamo nel vivo della nostra guida all’acquisto.

Ecooter E2 Sport

Senza fronzoli e con un frontale che ricorda la Harley-Davidson Pan America 1250 (non c’è alcuna parentela) questo e-scooter proposto da Italy2Volt ha una potenza di 4kW e raggiunge una velocità massima di 80 km/h. La batteria ha una capacità di 42 Ah, ma volendo a 600 euro in più si può acquistare il kit doppia batteria, con il tempo di ricarica completa stimato in 6 ore. Il prezzo, con 4.050 euro che diventano 4.650 per la versione + con doppia batteria non lo rendono un modello a buon mercato, ma rimane comunque una valida opzione.

NIU NQiGT

Se c’è un marchio che ha saputo sfruttare al meglio la voglia di elettrico dei pendolari del 21° secolo, quello è NIU. Il colosso cinese ha ormai in gamma un ventaglio di offerte declinate per tutte le esigenze, ma uno dei suoi best-seller rimane l’NQiGT. Con un’autonomia di 115 km lo scooter offre un motore brushless Bosch e batterie al litio da 35 Ah e che si ricaricano in 5 ore e 30 o 7 ore. La velocità massima è di 70 km/h, ma il pacchetto offerto, con antifurto e connettività inclusa, giustifica i 3.599 euro di listino

LEGGI LA PROVA DEL NIU NQiGTS SU GPONE.COM

Super Soco CPX

Ruote alte, un look che ricorda vagamente un campione di incassi come Honda SH e numeri che lo rendono un prodotto interessante: Il CPX di Super Soco può vantare una batteria da 45 Ah che lo dota di un’autonomia di 140 km, si ricarica in 3,5 ore e ha una velocità massima di 90 km/h. Le dimensioni e le componenti di serie come il parabrezza lo rendono una scelta stimolante per chi passa dallo scooter a benzina verso l’elettrico. Il prezzo di 4.790 euro non lo rende l’opzione più conveniente, ma gli ecoincentivi possono aiutare.


FD Motors F5-E

Un altro ruote alte plasmato sulla mobilità cittadina è l’F5-E di FD Motors, azienda cinese che viene importata da Italy2Volt. Ha un look che lo rende facilmente distinguibile seppur minimal, è molto leggero (75 kg), raggiunge gli 80 km/h e nonostante l’autonomia non sia da record (85 km in batteria singola) può vantare la frenata rigenerativa e la possibilità di avere doppia batteria estraibile (seppur non comodissima) con capacità di 52 Ah. Guardando il listino poi rimane uno dei più competitivi, con i suoi 3.950 euro.

LEGGI LA PROVA DELL'FD MOTORS F5-E

Qooder Oxygen

L’azienda elvetica è diventata famosa per i suoi scooter a 3 e 4 ruote, ma dopo aver aperto all’elettrico ha deciso di creare un più classico scooter convenzionale, l’Oxygen. Ruote alte, stile giovane, con connettività Bluetooth e due riding modes, questo scooter ha un’autonomia di 80 km e un motore Brushless da 48 V. Non è dichiarata la velocità massima. Il prezzo è alto: 4.799 euro.

Horwin EK3

Anche Horwin rappresenta la lungimiranza cinese nella nuova mobilità. Il marchio, importato in Italia da Vent, ha dimensioni generose, un’autonomia dichiarata di 100 km, si ricarica in 4 ore e una potenza di 6,2 kw che assicura una velocità massima di 95 km/h. Si può scegliere la doppia configurazione con una o due batterie, entrambe da 40 Ah. Il prezzo parte da 4.490 euro.

Vespa Elettrica 70km/h

Chiamarla “scooter” è farle un torto. La Vespa è la Vespa, anche nella sua versione elettrica, che farà anche storcere il naso ai puristi, ma è il segno evolutivo del più classico dei mezzi italiani. La Vespa Elettrica 70 km/h, come recita la nomenclatura arriva ai 70 all’ora, ha un’autonomia di 100 km grazie alla batteria da 86 Ah e si ricarica in 4 ore. L’esclusività però si paga, e non è certo a buon mercato: il listino recita infatti 6.710 euro. Il Piaggio ONE, svelato pochi giorni fa, dovrebbe avere caratteristiche simili, visto l'annuncio del gruppo di volerlo declinare in due versioni diverse. Staremo a vedere...

Askoll NGS3

Un’altra rappresentante italiana della new-mobility è Askoll, che fin dal 2015 propone scooter a zero emissioni. La sua fama la deve alle flotte che hanno invaso le nostre città in sharing, e tra i modelli più riusciti c’è l’NGS3, evoluzione estetica dell’eS3. Ha una app dedicata per la connettività e le batterie estraibili agli ioni di litio che assicurano una ricarica completa in 3 ore e un’autonomia di 96 km grazie alla batteria da 26,1 Ah. La velocità massima è di 66 km/h, il peso di soli 67 kg. Performante anche il prezzo: 4.290 euro.

LEGGI IL TEST DELL'ASKOLL NGS3

Jonway MJS-E Sport

Tra i marchi che Italy2Volt importa c’è anche un’altra firma cinese, Jonway. L’MJS-E è un po’ fuori contesto in questa classifica, perchè l’equivalente elettrico di un maxi-scooter, con prestazioni paragonabili a un 300 cc, ma può essere guidato con la patente A1 in virtù dell’inserimento nella categoria L3e. Ha dimensioni importanti e offre tanta protezione aerodinamica, ha una potenza di 10 kW e una velocità massima di 130 km/h. La batteria ha una capacità di 85 Ah e assicura 150 km di autonomia con tempi di ricarica stimati in 5 ore. Offre il sistema keyless e la frenata rigenerativa, ma ha un prezzo abbastanza elevato: si parte da 7.450 euro.

Silence S01

Altro marchio, stavolta spagnolo, che deve il suo successo alle flotte dello sharing, è Silence. Ora il suo “125 elettrico” è disponibile anche al pubblico: è robusto, ha batteria estraibile in stile trolley, con ruote e maniglia che ne agevolano il trasporto e tanti optional. L’autonomia sfiora i 130 km, la ricarica avviene in un tempo stimato di 6 ore e la velocità massima è di 90 km/h. Anche qui il prezzo è un po’ sopra le righe, si parla infatti di 6.760 euro.

LEGGI LA PROVA DEL SILENCE S01

Prima dell’acquisto

Ci sono dettagli che possono rendere meno traumatica l’esperienza elettrica, e non farci pentire dell’acquisto. Ecco, brevemente, alcune caratteristiche fondamentali di un buon e-scooter:

  • frenata rigenerativa
  • componenti di qualità (sospensioni, freni etc)
  • velocità di ricarica
  • batterie estraibili

I motivi sono vari, ma riguardano per lo più la facilità di ricarica e la praticità del processo (con le estraibili che possono essere portate a casa o in ufficio), ma anche la durata dello scooter stesso, che in città non fa certo una bella vita.

Articoli che potrebbero interessarti