Tu sei qui

MotoGP, Marquez: "Al Mugello sarà dura stare vicino ai primi sull'asciutto"

"Poi ci sarà subito Barcellona, sarà fisicamente più impegnativo". Pol Espargarò: "dovremo scoprire come si comporterà la Honda su un pista diversa dalle precedenti"

MotoGP: Marquez: "Al Mugello sarà dura stare vicino ai primi sull'asciutto"

Share


Per Marc Marquez non è ancora arrivato il momento di iniziare un Gran Premio con intenti bellicosi. Il pilota spagnola a Le Mans ha fatto vedere di non avere perso il suo istinto da campione, ma il fisico è ancora il suo maggiore limite. Negli ultimi dieci giorni ha potuto riposarsi, ma il Mugello è una pista molto impegnativa e, finito il GP di Italia, non ci sarà tregua, con quello di Barcellona già alle porte.

Marc sa bene che dovrà ancora aspettare prima di essere quello che conoscevamo, ma non per questo ha la sua voglia di lottare.

"Ho avuto una buona settimana per continuare il processo di recupero - spiega Maquez - In Francia abbiamo mostrato il nostro potenziale sul bagnato e questo fine settimana al Mugello dobbiamo lavorare bene da venerdì mattina per cercare di essere costanti e trovare un buon ritmo. Capisco i miei limiti fisici e so che non sarà il più facile dei fine settimana per essere vicino ai primi sull'asciutto. Ora arrivano due gare di fila ed è la prima volte me quest'anno: sarà più impegnativo fisicamente, ma ce la posso fare".

Non ha problemi fisici Pol Espargarò che però ci sta mettendo più tempo del previsto per conoscere a fondo la Honda e sfruttarne tutto il potenziale. L’obiettivo, per lui, è quello di fare un altro passo in avanti in questo fine settimana.

"Dopo non esserci stati nel 2020, sarà bello tornare al Mugello quest'anno, guidare una MotoGP lungo quel rettilineo è qualcosa di veramente unico - dice - Dovremo vedere come la nostra moto si comporterà, perché è un circuito molto diverso da quelli dove siamo stati. Ci sarà molta concorrenza questo fine settimana ma, se lavoreremo bene durante le prove, penso che potremo essere davanti e lottare. Poi avremo un'altra gara a Barcellona subito dopo, saranno un paio di settimane emozionanti".

Articoli che potrebbero interessarti