Tu sei qui

Corti e Smith battezzano il Cremona Circuit coi Trofei Motoestate

Sarà la prima in assoluto per il rinnovato circuito di San Martino del Lago. In pista anche Bradley Smith e Claudio Corti. Le classifiche assolute di 600 e 1000 verranno intitolate ad Angelo Bergamonti

News: Corti e Smith battezzano il Cremona Circuit coi Trofei Motoestate

Share


L’attesa sale, fervono i preparativi in vista del secondo round dei Trofei MP MotoEstate sul tracciato di Cremona Circuit. Una gara molto sentita, dopo l’ottimo esordio di Varano, sarà la prima in assoluto per la rinnovata pista di San Martino del Lago.

Da sempre affollato da migliaia di appassionati, Cremona Circuit, esordisce nel mondo delle competizioni, con il torneo più longevo d’Italia. Per questa prima, le classifiche assolute di 600 e 1000 verranno intitolate ad Angelo Bergamonti, in ricordo del campione originario di Gussola, scomparso nel 1971 durante la “Temporada Romagnola”. Questo sarà il primo appuntamento stagionale per il MES a Cremona. Prevista infatti una seconda tappa, il 18-19 settembre  per il quinto e ultimo round della stagione.

Interesse massimo: Le iscrizioni al round 2 di Cremona sono ancora aperte e in alcune categorie potrebbe arrivare il tutto esaurito. E anche in questo round non mancheranno nomi altisonanti. Oltre agli ex MotoGP Claudio Corti e Bradley Smith, presenti come coach e anche in pista, arriverà un pilota inglese che disputerà tutto il torneo.

Nella 1000 Open, oltre ai protagonisti della serie, Valter Bartolini, Manuel Mozzachiodi, Christian Brugnone, Luca Malfatto e Massimo Boccelli, ci saranno Ivan Goi, che torna in gara per l’occasione sulla pista di casa, in sella a una Bmw, Fabrizio Perotti, con l’Aprilia e Luca Salvadori che porterà in pista una Ducati V4 stradale. Questi piloti, oltre alle wild card che si stanno avvicinando, faranno parte della classifica assoluta, mentre i piloti Motoestate avranno loro premiazione e punteggio.

La 600 Open si presenta ricca di protagonisti con favoriti Niccolò Bianucci, Alessandro Pozzo, Matteo Ferrari, che a Varano avevano diviso il podio. Da non sottovalutare gli altri protagonisti e le wild card, tra cui spicca Manuel Rocca, oggi impegnato al CIV che era partito tre anni fa proprio dalla Kawasaki Challenge all’interno del MES.

Bagarre massima si attende dalla 300, con tanti piloti favoriti, tra cui Conte vincitore a Varano, in una classe che promette scintille e una griglia piena di giovani talenti in cerca del podio.

Sempre tra le categorie propedeutiche la 125 con divisione tra sp e open con Fusto e Balboni che dovranno vedersela dai giovani Carpina, Puzzo, Specolizzi e dai più esperti Magnanelli e Agnorelli, per citarne alcuni. Nella Moto4 invece Mattia Ballerini, cercherà il bis dopo la vittoria ottenuta a Varano. Mentre Vitali, dopo la caduta rimediata nel primo round, cercherà la rivincita.
Nella Supermono, Scagnetti dovrà vedersela dai giovani Morri, Margarito, Raimondi, Mattei e tanti altri, in una categoria che ogni anno regala spettacolo con tanti tipi di moto diversi al via.

La Race Attack, categoria che si disputa tutta in domenica con prove e gare, anche quest’anno vanta un bel numero di piloti al via, tanti dei quali all’esordio in una classe che si corre con monogomma Dunlop che regala equilibrio in pista. Dopo il primo round nella 600, Andrea Liberini è l’uomo da battere, mentre nella 1000 il leader è Alberto Torchio. Entrambi dovranno vedersela dai tanti avversari.

Oltre alle categorie Motoestate, in scena la Battaglia dei Bicilindrici, CRV e RBF Cup.

Per iscrizioni: [email protected]

Articoli che potrebbero interessarti