Tu sei qui

BMW prepara il telaio misto alluminio/carbonio per la S 1000 RR

Un brevetto depositato nei giorni scorsi mostra come al telaio della superbike tedesca potranno essere aggiunti rinforzi in fibra di carbonio. Una tecnologia ispirata alla MotoGP ma diversa.

Moto - News: BMW prepara il telaio misto alluminio/carbonio per la S 1000 RR

Share


La fibra di carbonio è un po’ l’oro del motociclismo, e come i pionieri del West oggi gli ingegneri meccanici cercano di trarre il massimo beneficio dalle qualità di questo materiale che coniuga restistenza e leggerezza. Ormai non è assolutamente raro vederlo in componenti come carene o appendici aerodinamiche, ma ancora non è arrivato ad essere sfruttato in componenti strutturali come i telai delle moto di produzione. Perché? per una serie di problemi fisici, nel senso più letterale del termine. BMW però potrebbe aver trovato una soluzione, come conferma il brevetto depositato qualche giorno fa e pubblicato dai colleghi di Cycle World.

Il telaio misto

La Casa dell’Elica sembrerebbe intenzionata ad aggiungere al telaio in alluminio della S 1000 RR dei pannelli di rinforzo in fibra di carbonio, riducendo lo spessore delle parti in lega “rinforzate” dalla fibra e quindi più leggera ma senza perdere rigidità. I pannelli, sostituibili e removibili, aiuterebbero anche nel modificare la rigidità e l’equilibrio del telaio con minore sforzo semplicemente con pannelli di forma diversa, che costano meno sia in termini economici che di tempo, rispetto ad un telaio nuovo di zecca.

Non come in MotoGP  

Scritta così, l’idea di BMW suona tutt’altro che innovativa: in MotoGP si usano già infatti pannelli in carbonio. Però per i prototipi del motomondiale questi pannelli sono incollati, mentre gli ingegneri tedeschi vorrebbero imbullonare i rinforzi, così da renderli sostituibili e soprattutto portandoli su un prodotto di serie. Il disegno mostra come andrebbe ad essere fissato un pannello in carbonio appena sopra il perno del forcellone, nel punto di fissaggio del telaietto alla struttura principale. Il rinforzo in carbonio sfrutterebbe i 4 fori filettati già presenti sul telaio della S 1000 RR, aggiungendone un quinto che completerebbe il fissaggio.

Dal concept alla realtà

I più attenti avranno notato come una soluzione del genere abbia già trovato posto all’interno di una moto con il logo dell’Elica: i pannelli in fibra di carbonio rinforzavano la struttura del concept elettrico Vision DC, la hyper a zero emissioni presentata nel 2019. Ora vedremo se questa novità troverà posto anche sulla superbike di Monaco.

Articoli che potrebbero interessarti