Tu sei qui

SBK, Rea: "Aspettavo un grande calo della gomma, ho fatto la scelta sbagliata"

"Avrei dovuto pensarci un po' di più. Non puoi sapere quale sarà la condizione della pista, si possono fare solo supposizioni. Dopo il contatto con Gerloff sono stato fortunato a non scivolare"

SBK: Rea: "Aspettavo un grande calo della gomma, ho fatto la scelta sbagliata"

Share


Scelta della gomma sbagliata per Jonatan Rea che non ha deciso di non correre rischi, al contrario di Scott Redding, ed è sceso in pista con le gomme da bagnato. Il pilota britannico ha tagliato il traguardo in seconda posizione ed ha conquistato il miglior risultato auspicabile per lui in Gara-2 ad Aragon. Sfiorata la caduta nei primi giri in seguito ad un contatto con Garrett Gerloff.

“L’incidente con Gerloff è stata una sorpresa per me, specialmente nella primissima parte della gara – ha osservato Rea – Scott aveva la gomma slick, probabilmente era la scelta giusta. Tre minuti prima dell’inizio sono andato a chiedere ai ragazzi del box se effettivamente ci fosse un treno di pneumatici da asciutto ma ormai era troppo tardi. Sapevo che la pista si sarebbe asciugata a un certo punto e che Scott sarebbe arrivato. Quella manovra è arrivata presto e in quella parte della pista sono stato molto fortunato a non scivolare. Ho preso in mano l'acceleratore e sono riuscito a staccare la mia moto dalla sua. Ho attraversato la ghiaia abbastanza velocemente e poi sono riuscito a tornare in gara. Ho lasciato passare alcune moto così non ho avuto alcun vantaggio”.

Il pilota numero 1 del team Kawasaki ha poi aggiunto:
“Dopo il contatto mi sono ritrovato in una bella lotta con Van De Mark e Lowes. Ho subito visto che ero più forte in alcune zone mentre loro erano più nervosi e a tre o quattro giri dalla fine ho provato a prendere un distacco. Mi sarei aspettavo di subire un grande calo della gomma in gara ma non è successo. Sono rimasto abbastanza costante anche grazie ai ragazzi del box, avevo davvero un buon assetto. Le condizioni sono sempre un’incognita perché si fanno sempre delle supposizioni. Non sai mai davvero come sarà la pista. Penso che abbiamo massimizzato il fine settimana facendo del nostro meglio. L'unico modo per organizzare un fine settimana perfetto è fare una scelta della gomma diversa e anche rischiare un po’”.

Sei già in testa al campionato… 
“È il primo fine settimana del campionato, non vogliamo pensarci ma ovviamente è bello iniziare in questo modo. Sono partito molto meglio rispetto allo scorso anno, mi trovo nella migliore posizione in cui potrei mai essere”.

La scelta della gomma era sbagliata, come si potrebbe evitare un errore del genere?
“Mi sarei aspettato che intorno al decimo giro le gomme intermedie avrebbero iniziato a calare ma, durante tutta la gara, non ho mai avuto quella sensazione. Se dovessi fare la stessa gara domani sarebbe allo stesso modo difficile. Prendere una decisione venti minuti prima che la pit lane venga aperta è dura, passa molto tempo. Forse avremmo dovuto pensarci un po’ di più o magari in quelle condizioni avremmo dovuto mandare uno o due ragazzi in giro per il circuito per farci riferire qualche informazione con la radio. Oggi è stata chiaramente la scelta sbagliata ma mi sono sentito comunque molto costante”.

Cosa ne pensi delle gomme Michelin considerando anche quello che è successo lo scorso fine settimana in MotoGP, con tante cadute?
“Non voglio essere coinvolto in questo, non voglio che venga scritto alcun titolo su quello che penso riguardo la Michelin. Nessun commento”.

Articoli che potrebbero interessarti