Tu sei qui

SBK, Bautista: "Mi sono offerto a Honda per fare test o gare in MotoGP"

"Sarò disponibile anche in futuro, ma hanno preferito non farmi correre rischi e li capisco. Ad Aragon spero di potere stare coi migliori, ma siamo solo al 70% del potenziale"

SBK: Bautista: "Mi sono offerto a Honda per fare test o gare in MotoGP"

Share


Alvaro Bautista si gode il 4° posto al termine delle FP di Aragon e anche la velocità massima della sua CBR-RR.Specialmente al mattino!” sorride, quando ha sfiorato i 319 km/h sul rettilineo. Nonostante questo primato, lo spagnolo sa bene che le gare non si vincono (solo) sul dritto e vuole tenere i piedi saldamenti ancorati al terreno.

Durante l’inverno abbiamo faticato a completare tutto il lavoro programmato a causa delle mie condizioni fisiche e oggi volevo provare la nuova gomma anteriore portata da Pirelli, l’ho fatto nel mattino e sono stato contento - racconta la sua giornata - Ha un sacco di vantaggi, soprattutto in termini di stabilità, credo. Abbiamo anche fatto alcune regolazioni all'elettronica per adattarsi meglio alle condizioni della pista, un po' più fresca rispetto a quando abbiamo provato qui un paio di settimane fa, e il feeling con la moto era buono. C’erano condizioni normali, ma nel pomeriggio, con 48° gradi sull’asfalto, tutto quello che funzionava al mattino era un disastro. Ho fatto delle comparazioni con gli pneumatici e ho sentito un piccolo miglioramento con quello nuovo all'anteriore, mentre al posteriore mi sento meglio con la SCX, come lo scorso anno, anche se con il caldo si sente il calo. Abbiamo lavorato anche sull’elettronica, facendo delle modifiche che mi hanno permesso di essere più costante. In generale sono abbastanza contento di questa prima giornata, ma c’è ancora tanto lavoro da fare per essere realmente competitivi”.

A che punto sietr dello sviluppo della Honda?
Credo che siamo al 70% rispetto a quanto mi aspetto, quindi ci rimane un 30%, ma quando migliori vuoi sempre di più”.

Lo scorso anno qui salisti per la prima volta sul podio con la CBR-RR.
Penso che in questa stagione sarà più difficile perché ci sono più piloti allo stesso livello, quindi più rivali per il podio. Con la moto che abbiamo spero di avere la possibilità di stare con loro, è il nostro obiettivo, vedremo sarà possibile domani. Forse sul giro secco fatichiamo un po’, ma ho un buon passo. Sembra anche che farà più freddo e penso sarà meglio per tutti”.

Hai recentemente dichiarato che l’anno scorso ti eri reso disponibile con HRC per la MotoGP.
Mi sono offerto alla HRC se gli fosse servito il mio aiuto per fare qualche test o qualche gara, sarei stato felice di farlo. Mi hanno ringraziato, ma hanno preferito evitare il rischio che mi infortunassi, per loro il progetto SBK è molto importante, vogliono vincere e avere il loro pilota in perfetta forma.

Quindi il posto di Bradl è salvo…
Sicuramente Stefan conosce molto bene la Honda, è stato il pilota al mondo che ha fatto più chilometri lo scorso anno (ride). Li capisco e allo stesso tempo ho dato la mia disponibilità per il futuro”.

Hai visto il GP di Francia?
Le Mans è una pista complicata e le Honda hanno faticato molto. Ho visto Marquez con un grande potenziale, ma le condizioni erano difficili e serve calma”.

Audio raccolto da Riccardo Guglielmetti

Articoli che potrebbero interessarti