Tu sei qui

SBK, Bautista: "Ad Aragon torneranno gli ingegneri giapponesi di Honda HRC"

"Durante l'inverno non hanno potuto partecipare ai test per la pandemia ma ci hanno comunque seguito a distanza". Haslam: " miglioramenti sulla moto"

SBK: Bautista: "Ad Aragon torneranno gli ingegneri giapponesi di Honda HRC"

Share


È tutto pronto al Motorland di Aragon per l’inizio della stagione Superbike. La lotta per il titolo sembra essere una cosa tra Redding e Rea e quindi tra Ducati e Kawasaki ma attenzione alla Honda che con Alvaro Bautista e Leon Haslam ha fatto passi in avanti degni di nota durante l’inverno. Il pilota spagnolo è pronto ad inserirsi nella lotta per la vittoria e il lavoro fatto sull’elettronica della CBR 1000 RR-R Fireblade potrebbe aiutarlo. 

"Non vedo l'ora di iniziare con le gare, perché l'inverno è stato troppo lungo – ha detto Alvaro - Non abbiamo nemmeno provato molto, perché i giorni di test sono limitati dal regolamento e anche perché abbiamo avuto un po' di sfortuna con il meteo in diverse occasioni all'inizio dell'anno. Fisicamente mi sento meglio, forse non ancora al 100% ma non credo che avrò problemi a completare un intero weekend di gara. Per quanto riguarda il lavoro di sviluppo della moto, penso che abbiamo fatto dei buoni passi rispetto all'anno scorso e le mie sensazioni con la moto sono migliorate. Abbiamo anche affinato il nostro lavoro nel garage, rafforzando alcune aree. Siamo ancora in fase di sviluppo, ma sono contento del lavoro che HRC ha fatto durante l'inverno. Qui ad Aragón, ci riuniremo anche con tutti gli ingegneri giapponesi che non hanno potuto partecipare ai test quest'inverno a causa di problemi logistici legati alla pandemia, anche se ci seguivano a distanza, naturalmente. Sono anche felice di iniziare su un circuito dove abbiamo raggiunto il podio l'anno scorso. Il Motorland di Aragon non è una pista facile perché ha un po' di tutto: curve lente e veloci, cambiamenti di pendenza, di direzione e punti di frenata difficili, ma allo stesso tempo è bello e divertente, mi è sempre piaciuto molto. Siamo tutti molto motivati e speriamo di fare un buon inizio di campionato".

Dall’altra parte del box il morale è alto anche per Leon Haslam che quest’inverno ha mostrato un passo interessante nei test di Barcellona. Riuscirà a salire sul podio in questa stagione?

"Sono davvero impaziente per le gare di questo fine settimana – ha detto Haslam - Sento che abbiamo fatto alcuni buoni miglioramenti con la moto durante i test, migliorando la nostra fiducia durante le recenti sessioni qui ad Aragón per esempio, e ora finalmente iniziamo a correre. Abbiamo ancora alcune aree in cui lavorare, naturalmente, ma sappiamo che abbiamo già fatto un buon passo dalla scorsa stagione, nonostante alcuni dei nostri piani di test invernali siano stati interrotti dal maltempo. Mi sono divertito negli ultimi mesi, stando principalmente in Spagna insieme al nostro team manager Leon Camier e al mio capotecnico. Sono stato in grado di sfruttare al meglio il tempo, allenandomi duramente e partecipando anche a una gara ciclistica di 200 km lo scorso fine settimana. Mi sento ben preparato ora e anche la squadra è pronta a partire, quindi è in modalità gara e vedremo come andremo".

Articoli che potrebbero interessarti