Tu sei qui

MotoGP, Rossi: "Un peccato, le condizioni miste sono le peggiori per me"

"Nell'incidente con Espargarò e Morbidelli siamo stati fortunati a non cadere tutti e 3. Ora aspetto il Mugello, ma senza pubblico ci sarà un'atmosfera post-nucleare"

MotoGP: Rossi:

Tutto sommato poteva essere un buon fine settimana per Valentino Rossi, sicuramente nettamente migliore degli ultimi. In un certo senso lo è stato, perché l’11° posto gli ha permesso di portare a casa qualche punto, cosa non riuscita negli scorsi GP, ma questo risultato non gli può bastare.

Trovare condizioni miste è stato un peccato - il rammarico del Dottore - Sul bagnato ero forte e sull’asciutto il mio passo non era male, ma quando c’è la pista ‘metà e metà’ soffro molto. Col senno di poi sarebbe stato meglio anche montare la gomma media invece della morbida da bagnato, ma pensavamo iniziasse a piovere più tardi e avevamo preparato quella”.

Valentino ha cercato comunque di vedere il bicchiere mezzo pieno.

“Il risultato non è niente di speciale, ma è stato un fine settimana migliore in cui ho avuto la conferma dei passi in avanti fatti dei test di Jerez. Avrei potuto stare nei primi 10” ha detto.

Anche l’incidente con Espargarò e Morbidelli al primo giro non ha aiutato.

“Pol aveva preso un imbarcata e io lo avevo superato, ma poi è stato aggressivo in entrata di curva e si è appoggiato a me, poi Franco ci ha dato l’ultima spinta - ha raccontato - Sono dovuto andare largo e ho perso molte posizioni, da 7° a 13°, ma è difficile dire come sarebbe andata senza quell’episodio. Alla fine è andata bene non essere finiti tutti e 3 a terra”.

Ora ci saranno una decina di giorni di pausa, utili per preparare quella che è una delle gare più importanti dell’anno.

Il Mugello è sempre speciale e spero di andare bene, ma ogni pista fa storia a sé - ha spiegato - Purtroppo non ci sarà il pubblico, sarà come giocare una finale di Champions in uno stadio vuoto. Mi ricordo l’atmosfera che c’era nei test del lunedì: la domenica era pieno di gente e il giorno dopo vedevi solo le cartacce e le lattine vuote, un clima post-nucleare. A volte ti chiedi che senso abbia correre senza spettatori, ma è meglio così che nulla e spero che presto torneremo alla normalità”.

Valentino, infine, ha commentato la situazione in campionato.

"Penso che quest'anno le Ducati siano molto forti, soprattutto quelle della squadra ufficiali perché Miller e Bagnaia sono molto in forma - la sua opinione - Anche la Yamaha è forte e pure le Suzuki sono molto veloci, il problema è che sono sfortunati e Mir e Rins non hanno preso punti. Difficile dire cosa succederà nelle prossime gare".

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy