Tu sei qui

Moto3, Vince García a Le Mans, cade e riparte Acosta: è 8° e ancora leader

Gara ad eliminazione nei primi giri in Moto3. Vince García, per la prima volta sul podio Salac e Riccardo Rossi. L'italiano, nel suo ultimo giro, segna il miglior crono del GP in 1'50''822. Acosta cade ma chiude 8°

Moto3: Vince García a Le Mans, cade e riparte Acosta: è 8° e ancora leader

Share


Condizioni miste nel Gran Premio di Francia Moto3. Poco prima dell’inizio la gara è stata dichiarata bagnata. Tutti i piloti si sono schierati in griglia con gomme rain nonostante il rischio che la pista andasse man mano asciugandosi. 

Allo scattare del semaforo verde Niccolò Antonelli (Esponsorama Moto3), grazie ad una buona partenza, è diventato l’apripista nel primo giro del GP. Nonostante l’ottima partenza, Antonelli è stato vittima di curva 14 ed è caduto senza neanche passare sul traguardo. I primi tre giri della gara hanno tradito molti piloti, che nonostante le condizioni dell’asfalto hanno deciso di spingere da subito, correndo più rischi. Subito dopo Antonelli è stata la volta di Tatsuki Suzuki (Sic58 Squadra Corse) e Jeremy Alcoba (Gresini Moto3), lo spagnolo è poi rientrato in gara doppiato di ben tre giri.

Curva 14 ha decretato la fine del GP anche per Jaume Masiá (Red Bull KTM Ajo) che dopo la caduta è stato portato al centro medico per degli accertamenti. Caduti anche Gabriel Rodrigo (Gresini Team), Takuma Matsuyama (wild card Honda Team Asia), Kaito Toba (CIP Green Power). Ma la scivolata che ha creato più sgomento è stata quella di Pedro Acosta (Red Bull KTM Ajo). Il rookie spagnolo in testa alla classifica mondiale durante la scivolata è rimasto saldamente attaccato alla sua moto ripartendo subito dopo essere tornato in piedi.

Oltre tutti i ritiri, in pista si sono creati diversi gruppi di piloti: Sergio Garcìa (GAS GAS Aspar) e Filip Salac (Snipers Team) inseguiti a più di 3’’ da Riccardo Rossi (BOE Owlride), John McPhee (Petronas Racing) e Sasaki (Red Bull KTM Tech) divisi da ben 12’’ dal resto dei piloti Moto3. Questi distacchi sono rimasti invariati fino alla bandiera a scacchi e, dopo un breve cambio di posizioni tra Garcìa e Salac, il pilota spagnolo ha vinto il suo secondo GP in carriera regalando la prima vittoria al marchio GAS GAS. Le prime parole del vincitore del GP di Francia sono state: “Le condizioni della pista cambiavano giro dopo giro, la pista si stava asciugando. Sono contento della mia prestazione, ho spinto fino al limite. Questa vittoria è per il team, la mia famiglia e mio padre”.

Secondo al traguardo Filip Salac, per la prima volta in carriera sul podio del motomondiale: “Aspettavo questo giorno da diciannove anni, da tanto tempo. Ho lavorato sodo per raggiungere questo obiettivo. La gara è stata durissima e lunghissima, sono felice del risultato finale”. Giornata di prime volte anche per il terzo classificato Riccardo Rossi: “È una bellissima sensazione. Tutti i miei sacrifici, quelli della mia famiglia e della squadra sono stati ripagati con un buon risultato. Sono tremendamente felice, grazie mille a tutti!”.

Ottava posizione per Pedro Acosta che dopo la caduta nei primi giri ha minimizzato i danni mantenendo con ampio vantaggio la prima posizione nel mondiale. 10° Romano Fenati (Max Racing tema) e 11° Andrea Migno (Snipers Team) partito dalla pole position. Rispettivamente 17° e 18°: Stefano Nepa (BOE Owlride) e Dennis Foggia (Le0pard Racing).

Articoli che potrebbero interessarti