Tu sei qui

Moto2, Gara ad eliminazione: Fernandez vince dominando tra le cadute di Le Mans

Asfalto maculato e tanti rischi per i piloti della classe intermedia. Podio per Gardner, ancora leader del mondiale, e Bezzecchi. Quarto posto per Arbolino, caduto Sam Lowes

Moto2: Gara ad eliminazione: Fernandez vince dominando tra le cadute di Le Mans

Share


Condizioni particolari sull’asfalto maculato di Le Mans e gara divertente per la Moto2. La corsa è stata dichiarata asciutta e tutti i piloti hanno scelto le gomme slick con il rischio perdere aderenza ad ogni passaggio fuori dalla traiettoria ideale. Proprio per questo motivo le cadute sono state molteplici soprattutto nelle posizioni importanti. Ha aperto le danze Aron Canet con un highside in curva 9 al primo giro, a lui sono poi seguiti, tra i più importanti, Augusto Fernandez, Stefano Manzi, Sam Lowes (che rischia una penalità per il prossimo GP visto che nella sua caduta ha coinvolto e steso anche Xavi Vierge) e Joe Roberts scivolato mentre era secondo al quinto giro. 

Gara ad eliminazione viste le 10 cadute totali che ha favorito grandi rimonte e tante sorprese. Non ha sorpreso più di tanto la vittoria di Raul Fernandez, debuttante d’eccezione di questa Moto2 e che insieme a Pedro Acosta in Moto3 fa ben sperare per il futuro il team di Aki Ajo (legato indissolubilmente con KTM). Lo spagnolo ha guidato la gara dal quinto giro ma con la vittoria di oggi non è riuscito a prendersi la testa della classifica mondiale visto che Remy Gardner ha chiuso la sua gara proprio dietro al compagno di squadra. L’australiano comanda ancora con un solo punto di vantaggio su Fernandez con Bezzecchi terzo a -17. Oltre alla terza posizione nel mondiale Marco Bezzecchi ha chiuso terzo anche la gara di oggi guadagnandosi il secondo podio della stagione. 

Ottima prova per Tony Arbolino, splendido quarto dopo una rimonta furiosa partita dalla diciannovesima posizione. Il pilota Dynavolt ha dimostrato di avere il passo dei migliori, girando su tempi convincenti ed al livello di Gardner e Bezzecchi, buon auspicio in vista della gara di casa al Mugello. 

Quinto posto per Bo Bendesneyder che ha preceduto un gruppone incredibile che si è giocato la sesta posizione fino all’ultima curva con una bella bagarre finale. A spuntarla, alla fine, è stato Marcel Schrotter davanti ad Ogura e Fabio Di Giannantonio penalizzato nel corso della gara con un long lap (per aver causato la caduta di Garzo) e poi con un altro per non aver rispettato la procedura della penalità precedente, essendo entrato pochi centimetri dopo la linea tratteggiata. 

Nona posizione per Simone Corsi che ha preceduto Jorge Navarro e Lorenzo Dalla Porta. 13° Bulega, 15° Arenas, 18° Baldassarri che è uscito di pista per evitare Lowes e Vierge nella loro caduta. 20° Celestino Vietti in netta difficoltà questo fine settimana. 

Articoli che potrebbero interessarti