Tu sei qui

SBK, CIV Misano: Roccoli pigliatutto in SS600, vittoria e testa del campionato

Il portacolori Promodriver Organization è tornato al successo a due anni di distanza dall'ultima volta. Nelle altre categorie festa per Tom Booth-Amos in SS300, Matteo Bertelle in Moto3 e Alberto Ferrandez in PreMoto3

SBK: CIV Misano: Roccoli pigliatutto in SS600, vittoria e testa del campionato

Share


Archiviata una non particolarmente emozionante manche inaugurale della Superbike (QUI il pezzo relativo), quelle delle restanti quattro categorie del Campionato Italiano Velocità si sono rivelate alquanto scoppiettanti, annoverando alcuni interessanti colpi di scena. Lungo i 4.226 metri del Misano World Circuit Marco Simoncelli, le vittorie di giornata hanno risposto al nome di: Massimo Roccoli (immortalato nella foto di copertina) in SS600, Tom Booth-Amos in SS300, Matteo Bertelle in Moto3 e Alberto Ferrandez in PreMoto3. Ecco cosa è successo.

Eterno Roccoli in SS600

Se nella top class Michele Pirro ha calato la tripletta, in SuperSport 600 ha dettato legge un “marpione” come Massimo Roccoli. Passato in inverno al Promodriver Organization e già ampiamente competitivo nel round di apertura al Mugello, il pluri-campione di categoria è finalmente tornato al successo a distanza di due anni dall’ultima volta (Gara 1 in quel di Imola 2019). A dispetto dei 37 anni, in seguito ad un periodo alquanto in chiaroscuro, adesso l’originario di Rimini sta vivendo un’effettiva seconda giovinezza: oltre alla gioia della vittoria (ottenuta alle spalle di Niki Tuuli e Manuel Gonzalez, entrambi trasparenti ai fini della graduatoria), la leadership di campionato a quota 65 punti. In una contesa senza esclusione di colpi con cinque piloti racchiusi in appena otto decimi (!!), in cui non sono mancate le sorprese (vedi le cadute di alfieri del calibro di Davide Stirpe e Federico Caricasulo), hanno completato il podio Andy Verdoia e Marco Bussolotti. Se il portacolori Gomma Racing ha finalmente centrato la prima top-3 in carriera nel CIV, il baluardo Axon 7 Team ha dovuto concentrarsi principalmente sulla tenuta della specifica Pirelli SCX al posteriore, unico del plotone di testa ad usufruirne. In quarta posizione Stefano Valtulini (Team Rosso Corsa), a precedere l’ex primatista Roberto Mercandelli (Team Rosso e Nero) e un redivivo Edoardo Sintoni (Blackflag Motorsport).

Classifica piloti: Massimo Roccoli 65 punti, Roberto Mercandelli 52, Marco Bussolotti 39.

I RISULTATI DI GARA 1:

 

Booth-Amos beffa Vannucci in SS300

Giunto all’impianto di Santamonica nelle vesti di wild card (nel CIV SS300 prendono punteggio) con l’intento di tenersi in allenamento in vista della partenza del Mondiale di categoria prevista settimana prossima, Tom Booth-Amos ha voluto giocarsela senza mezzi termini. Dai trascorsi in Moto3, l’inglese si è reso protagonista di un estenuante duello avendo la meglio nei confronti del poleman Matteo Vannucci (Junior Team AG Yamaha PATA). A dispetto di una innocua scivolata dopo l’esposizione della bandiera a scacchi (probabilmente un calo di concentrazione..), il fiorentino ha saputo confermarsi competitivo anche a Misano, concludendo secondo per 57 miseri millesimi e guadagnando punti importanti in ottica campionato data la prova incolore di Emanuele Vocino (GradaraCorse PZ Racing), solo 11esimo. In terza posizione l’altra wild card Hugo De Cancellis (Prodina Ircos Team), staccato di addirittura 17 secondi dalla vetta (!!). Il francese ha battuto in volata il Campione 2017 World SS300 Marc Garcia, Bahattin Sofuoglu (MotoXRacing), Dorren Loureiro, Harry Khouri, Giacomo Mora (Junior Team AG Yamaha PATA), quest’ultimo di rientro in seguito alla lussazione della spalla in Toscana, Leonardo Carnevali (Pedercini Corse) e Omar Bonoli (Team Runner Bike), penalizzato di un secondo dalla race direction per track limits. Da segnalare le brutte cadute di Alfonso Coppola (Mora gli è passato sopra il piede con le ruote, domani non gareggerà) e Gabriele Esposito (portato via in barella), ambedue alla Misano.

Classifica piloti: Matteo Vannucci 55 punti, Emanuele Vocino 41, Bahattin Sofuoglu 33.

I RISULTATI DI GARA 1:

 

Prima sinfonia di Bertelle in Moto3, a terra Surra

Assente giustificato alle gare del Mugello in virtù della concomitanza con la Red Bull Rookies Cup a Portimao, Matteo Bertelle si è preso di forza la vittoria in Gara 1, la prima in carriera nel CIV Moto3. Il portacolori del Team Minimoto, nonché poleman, superata la fase iniziale di studio, a metà della contesa ha salutato la concorrenza a suon di giri veloci. Niente da fare per Elia Bartolini (Team Bardahl VR46 Riders Academy), secondo al fotofinish a quasi quattro secondi dal vincitore e non in perfetta forma fisica per via di una scivolata durante le prove, tuttavia consapevole di aver consolidato la testa del campionato. Peggio è andata al compagno di squadra Alberto Surra, caduto alla Quercia a pochi chilometri dal traguardo: uno zero pesante quello del torinese, a cui va a sommarsi l’errore in Gara 1 del precedente round. In terza posizione Zonta Van Den Goorbergh (D34G Racing) in sella alla BeOn, al podio numero uno in stagione. Seppur distanziato dalla vetta di 19 secondi, ad Andrea Giombini (Team Minimoto) la volata per la quarta posizione, a precedere Andrea Natali (AC Racing Team) e Biagio Miceli (Junior Team Total Gresini).

Classifica piloti: Elia Bartolini 70 punti, Biagio Miceli 42, Pasquale Alfano 38.

 

I RISULTATI DI GARA 1:

Bis di Ferrandez in PreMoto3

La entry class del CIV ha messo nuovamente in risalto Alberto Ferrandez, sempre più leader di campionato e al secondo successo del 2021. In controtendenza rispetto al Mugello, in una gara maggiormente selettiva del previsto, lo spagnolo ha gestito bene la strategia arrivando sul traguardo con tre decimi di vantaggio su Alex Venturini, a completare la doppietta del Team Runner Bike. Ottima terza posizione per Guido Pini (AC Racing Team), solitamente impegnato nella European Talent Cup, di rientro nella PreMoto3. Alle sue spalle le due M&M Technical Team di Riccardo Trolese e Jose Juarez Salvans, sesto Edoardo Liguori (Team Pasini Racing).

Classifica piloti: Alberto Ferrandez 70 punti, Riccardo Trolese 54, Leonardo Zanni 33.

I RISULTATI DI GARA 1:

 

 

Articoli che potrebbero interessarti