Tu sei qui

MotoGP, Zarco: "Se la gara sarà asciutta non dovremo fare scappare Quartararo"

"Il turno del mattino è stato un riscaldamento perfetto e ho migliorato costantemente. Il passo avanti fatto oggi mi aiuterà"

MotoGP: Zarco: "Se la gara sarà asciutta non dovremo fare scappare Quartararo"

Share


L’aria di casa ha di solito un buon effetto sui piloti e quella fresca di Le Mans sembra funzionare particolarmente bene sia su Zarco che su Quartarato. Johann ha vinto il derby oggi piazzandosi davanti al connazionale nelle FP2, per soli 95 millesimi. Il pilota di Pramac ha dovuto affrontare condizioni per nulla semplici, ma si è destreggiato nel migliore dei modi.

Posso dire che è stata una buona giornata - ha iniziato il suo racconto - Al mattino la pista era bagnata ma poi si è asciugata, sono condizioni che mi piacciono e mi hanno aiutato a prendere fiducia sulla moto e i giusti riferimenti. È stato un perfetto riscaldamento per il pomeriggio”.

Dove Zarco non ha sbagliato nulla.

Le FP2 forse sono state l’unico turno asciutto che avremo questo fine settimana - ha osservato con uno sguardo al cielo - Ho sempre migliorato i miei tempi e le mie sensazioni, fin dalla prima uscita, e questo mi ha reso felice. Sono contento del mio tempo: per essere veloci su questa pista così corta bisogna essere a proprio agio sulla moto e il passo in avanti che ho fatto oggi mi aiuterà se troveremo ancora l’asciutto. So che ci saranno condizioni complicate per tutto il weekend, ma il primo obiettivo era entrare in Q2 e l’ho raggiunto”.

Dando un’occhiata alla classifica anche in questo GP potrebbe essere una lotta fra Ducati e Yamaha, e Johann tiene d’occhio soprattutto Quartararo.

Sappiamo che la Yamaha è veloce sull’asciutto e il tempo di Fabio è stato abbastanza impressionante - ha detto Zarco - Lui ha la capacità di essere subito veloce sull’asciutto e se in gara ci saranno quelle condizioni bisognerà fare attenzione e non farlo scappare, come a Jerez. Poi, da metà gara in poi, penso che le cose si bilancino maggiormente”.

A Le Mans, oltre a essere veloci, bisogna anche stare attenti a non sbagliare perché sono stati tanti i piloti (in tutte le categorie) ad avere assaggiato l’asfalto.

Io penso che sia dovuto al fatto che questo fine settimana è il primo in cui abbiamo trovato freddo - l’opinione del ducatista - Ci siamo un po’ dimenticati di quanto possano sorprenderti queste condizioni, si deve fare molta attenzione, ma non è facile quando devi anche essere veloce”.

Articoli che potrebbero interessarti