Tu sei qui

Yamaha XSR 125 2022: il guanto di sfida a KTM 125 Duke e Honda CB125R?

Yamaha dopo il lancio della più grande XSR 155 del 2019 si è messa al lavoro per una versione più piccola e dall'aspetto retrò, molto di tendenza in Asia

Moto - News: Yamaha XSR 125 2022: il guanto di sfida a KTM 125 Duke e Honda CB125R?

Share


Lo stile retrò è quello che va per la maggiore in questo momento nel mercato asiatico. Non stiamo parlando di moda ma di motociclismo: in India i modelli che vanno per la maggiore sono le ultime due arrivate, prima la Royal Enfield Meteor 350, poi la Honda CB 350 H'ness, ma anche la Benelli Imperiale 400 è molto apprezzata. LA Casa dei Tre Diapason non poteva restare impassibile e le voci continuano insistenti da un po' di tempo, rispondendo con la Yamaha XSR 125.

SEGMENTO IN CRESCITA

Quello delle roadster neo-retrò è uno dei segmenti in più rapida crescita del mercato motociclistico nel sud est asiatico e non è da escludere a priori una sua influenza su quello europeo. Nel 2019 Yamaha aveva allargato la gamma XSR con la versione da 155 cc e ora sarebbe prossima a un altro passo, verso il basso, con la XSR 125.
Il look heritage attrae i designer delle case che sono disposti a creare falsi d'autore clamorosi, come abbiamo visto nel caso della Motrac Unicorn 800, clone sbagliato della MV Agusta Superveloce 800, o della Benda LF-01 che ricopia la più nota Ducati Diavel.

La questione, in quel mercato, riguarda anche una parte economico-sociale e burocratica, perché più piccola è la capacità della moto e diversa è anche la patente da conseguire e il relativo esame, con i costi derivanti. Il mercato asiatico non è composto per la maggior parte da maxi enduro e superbike, anzi: per diversi motivi, tra traffico intenso, trasporto pubblico e condizioni delle strade, un piccolo e pratico motoveicolo è quello che serve per affrontare la città.
E poi si sa che il segmento interessa a Yamaha, che è al lavoro anche per la sorella maggiore, la XSR 250, già sorpresa nei test su strada.

LE SFIDE DI MERCATO

E così, una Yamaha XSR 125 aumenterebbe l'interesse per il marchio. Certo non farebbe concorrenza alle più grandi 350 e 400 cc sopra citate a andrebbe a strizzare l'occhio a quei motociclisti in cerca di una moto facile da usare ed economica, una fascia di prezzo inferiore rispetto alle KTM 125 Duke ma allo stesso livello della Honda CB125R.

Quale altro motivi avrebbe Yamaha per lavorare alla XSR 125, essendo già ben consolidata nella classe delle piccole dimensioni con due modelli, cioè la sportiva R125 e la naked MT-125? Perché le manca una neo-retro ottavo di litro, modello che invece è a listino dell'arci rivale Honda, la CB125R.

ARRIVO IN EUROPA?

Possiamo pensare a un arrivo della Yamaha XSR 125 in Europa? Sì, perché avrebbe già a disposizione il motore della R125, opportunamente modificato per lo stile della modello. Sì perché non può lasciare troppo margine alla concorrente e poi sì perché ci sarebbero i documenti registrati da Yamaha presso l'EUIPO che rivelano i dati ufficiali, cioè un motore monocilindrico da 125 cc da 15 CV di potenza a 10.000 giri.

Se la Honda C125R punta più sull'aspetto 'neo' del design, mentre la Yamaha XSR 125 su quello 'retrò', la rivalità è da giocarsi anche contro altri modelli, come per esempio Mondial HPS 125, Fantic Caballero 125, Benelli BN125, Brixton Sunray 125, Keeway RKF 125 e la ne arrivata Aprilia Tuono 125. E chissà che queste piccole ottavo di litro non riportino ai vecchi fasti di un tempo quello che una volta veniva considerato l'introduzione all'età adulta del motociclismo.

Articoli che potrebbero interessarti