Tu sei qui

Indian vs Harley-Davidson: sportellate in pista con le bagger [VIDEO]

Duelli al fulmicotone con le custom da turismo: il King of Baggers è nato per gioco ma sta conquistando l’America

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Quando guardiamo alle passioni degli americani a volte rimaniamo stupiti, perché riescono ad appassionarsi a cose davvero strane. Il King of Baggers per molti potrebbe rientrare in questa categoria.
E’ nato quasi per gioco, con una gara secca nel 2020 a Laguna Seca, ma la sfida tra custom-touring tra i cordoli ha riscosso talmente tanto successo che ora il campionato è entrato nelle fila del MotoAmerica, e a guardare i video che arrivano da Oltreoceano, l’adrenalina non manca affatto.

Una rivalità ultra secolare

Il King of Baggers diventa l’ennesima occasione per riproporre una rivalità da libri di storia: quella tra Indian Motorcycle e Harley-Davidson.
Nonostante ci sia oltre un secolo di bandiere a scacchi di mezzo, non si era mai visto le due Case americane battagliere tra i cordoli. Insomma dopo i tracciati su fondo legnoso del boardtrack degli anni ’20 del secolo scorso, gli ovali battuti del flat track e ora finalmente anche la pista, anche se con moto non propriamente nate per il tempo sul giro. Ma il bello è anche questo, un’altra affascinante stranezza tutta americana.

I piloti

Se moto del genere sono al debutto assoluto o quasi all’interno di circuiti come Laguna Seca o l’Atlanta Speedway, chi è più abituato a calcare quel tipo di palcoscenico sono i piloti. Ci sono infatti veterani del MotoAmerica Superbike, come Kyle Wyman, che corre per il team Screamin’ Eagle Harley-Davidson, ma anche campioni trasversali come Tyler O’Hara che è passato dai supermotard al flat track, riscuotendo successo anche nelle road races e ora punta alle vittorie con la Indian Challenger di S&S Cycles. E c’è anche chi in passato ha portato i colori italiani, come Franke Garcia, ex pilota Ducati nel campionato AMA Flat Track e ora in forze al team Indian di Roland Sands Design.

Il verdetto

Alla fine proprio loro tre sono stati i protagonisti della tappa di Atlanta, con O’Hara che è salito sul gradino più alto del podio, Wyman secondo e Garcia terzo. Ma le bagger non si fermano, e la rivalità rimane accesissima.

Articoli che potrebbero interessarti