Tu sei qui

Dal fango alla pista: la nuova vita di una mini "Kawasaki Ninja"

Una "Kawasaki Ninja" minimoto viene recuperata dal greto di un fiume, restaurata con cura e riportata allo splendore del tempo, per tornare a correre felice in pista.

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Chissà come ci è finita sotto le acque di un fiume una "Kawasaki Ninja" minimoto, sperando non sia stata qualche persona senza un briciolo di pietà né di rispetto per l'ambiente. La moto, apparentemente nemmeno molto vecchia, era messa davvero molto danneggiata dal fango e dalla ruggine ma, fortuna sua, è stata recuperata da qualcun altro di buon cuore e con tanta passione per i motori.

Con l'aiuto di mani e menti preparate e premurose, è riuscito a riportarla ai suoi fasti originali non senza qualche immancabile inconveniente: prima si spezza una chiave tanto era bloccata una vite della piastra di sterzo, poi si rompe anche la sabbiatrice. Ma nonostante gli imprevisti il restauro è proseguito con la lucidatura e riverniciatura del telaio, la sistemazione della carrozzeria con il ripristino del tradizionale verde Kawasaki, la pulizia delle parti meccaniche e la sostituzione del motore monocilindrico da 49 cc, con uno completamente nuovo.

Completate queste fasi, i restauratori sono passati all'assemblaggio finale, al termine del quale la povera "Kawasaki Ninja" minibike è tornata a far sentire la sua voce vivace e a correre come una volta.

Articoli che potrebbero interessarti