Tu sei qui

Zongshen Cyclone RX6, la adventure media con il motore Norton

Dalla Cina arriva un'altra crossover con motore europeo: è la Zongshen Cyclone RX6, spinta dal bicilindrico 650 cc di Norton

Moto - News: Zongshen Cyclone RX6, la adventure media con il motore Norton

Share


La Zongshen Cyclone RX6 è il primo frutto della collaborazione del 2017 tra la cinese Zongshen e l'inglese Norton, al tempo sotto la gestione di Stuart Garner, che vendette al costruttore asiatico la licenza di realizzare il nuovo motore due cilindri in linea raffreddato a liquido denominato Atlas. L'unità è derivata dalla bancata anteriore del V4 di 1200 cc  ed era destinata alle Norton Atlas Ranger e Atlas Nomad 650, progetto del 2018 che la nuova proprietà indiana, la TVS, ha confermato verrà messo in produzione quest'anno.

IL CERCHIO SI CHIUDE

Perché la prima apparizione della Zongshen Cyclon RX6 è stata l'anno scorso, proprio nei padiglioni del salone internazionale di Shanghai, sotto forma di prototipo, anche se ormai molto vicino alla versione di serie, che è stata svelata nella passerella di questi giorni, ancora a Shanghai. Nonostante la stessa cilindrata, il motore perde qualche buon cavallo perché sono stati dichiarati 70,7 CV a 8.500 giri, con una coppia massima di 62 Nmm a 7.000 giri.

La ciclistica annovera sospensioni Kayaba, con forcella a steli rovesciati e ammortizzatore laterale, impianto frenante Nissin con ABS Bosch e gomme di primo equipaggiamento di Pirelli. La Cyclone RX6 vuole essere una vera crossover e lo dimostra il serbatoio da 21 litri, che permetta una buona percorrenza, in sella a 245 kg liquidi compresi. La dotazione tecnologica include una serie di elementi che non mancherebbero in un modello di fascia alta: fari full LED, avviamento keyless, display TFT da 6,75” collegabile via Bluetooth allo smartphone, parabrezza regolabile elettricamente.

DOPPIA VERSIONE

Zongshen ha previsto due versioni per la Cyclone RX6: una più stradale con ruote in lega e una più offroad con cerchi a raggi ed escursione delle sospensioni maggiorata. Il lancio al momento è limitato al mercato cinese, ma la sua esportazione in quello europeo è nei piani della società orientale.

Dopo la CF Moto 800MT con motore KTM, potrebbe quindi arrivare sulle strade d'Europa un'altra tuttofare cinese con motore europeo, grazie agli accordi tra le case dei due continenti. Operazioni nate per portare vantaggi ad entrambe le parti, ma che ancora non è chiaro se saranno equi o se per quale delle due siano di maggior convenienza.

Articoli che potrebbero interessarti