Tu sei qui

MotoGP, Rossi: "La Yamaha è migliore, le gomme le stesse e io sono più lento"

"Una gara difficile dopo un fine settimana difficile: speriamo di migliorare domani nei test. Bagnaia fa paura, gli manca solo una vittoria"

MotoGP: Rossi: "La Yamaha è migliore, le gomme le stesse e io sono più lento"

Share


Il Gran Premio di Jerez si aggiunge alla lista delle delusioni di Valentino Rossi. Per lui è stata un’altra gara passata nei bassifondi della classifica, senza neppure qualche punto come soddisfazione. I problemi sono sempre i soliti e la strada per trovare una soluzione non si trova.

“È stata una gara difficile dopo un fine settimana difficile - il suo riassunto - Non avevo un buon passo, più o meno la stessa velocità delle prove e non era sufficiente. Ho provato a portare a casa almeno qualche punto, ero vicino a Petrucci e Lecuona, ma quando ho tentato di superare Iker sono andato largo e ho perso la posizione anche su mio fratello”.

In questo momento bisogna risalire la china e aggrapparsi a qualche speranza, la più vicina sono i test di domani.

Questi non sono i risultati che mi aspettavo - ha ammesso - Ho faticato per tutto il fine settimana, ma domani avremo qualcosa da provare e vedremo se riusciremo a migliorare. Non riesco a guidare al massimo, dobbiamo trovare una strada tecnica da seguire. Io spero di riuscirci domani, bisogna essere ottimisti e motivati.

Il problema è che la bussola non riesce a puntare una direzione.

In teoria la moto nuova dovrebbe essere meglio, invece sono stato più lento di un anno fa - ha continuato - Anche le gomme dovrebbero essere più o meno le stesse, invece ho meno grip e anche per noi questo è un punto interrogativo. In MotoGP cambia tutto velocemente, logicamente si vuole sempre migliorare, ma a volte non è possibile”.

Eppure Jerez avrebbe dovuto essere un’ancora di salvezza, ricordando il podio di un anno fa.

In passato avevo vinto tanto su questa pista - ha ricordato Valentino - Dal 2016 avevo iniziato a faticare, ma lo scorso anno ero stato veloce. Il prossimo circuito sarà Le Mans e sulla carta è buono per noi, come anche il Mugello, ma prima vediamo come andrà domani”.

Su una cosa può contare Rossi: il sostegno della sua squadra.

Nonostante un inizio difficile sento un grande supporto da parte del team - ha confermato - Questo mi rende molto felice, sapevo che stare nelle prime posizioni sarebbe stato difficile ma credevo sarebbe andata meglio di così. Devo ringraziare la squadra per il sostegno”.

Almeno i suoi allievi, Bagnaia e Morbidelli, danno grandi soddisfazioni.

C’è tanta Italia sul podio di oggi, anche se non sul gradino più alto - ha commentato - Pecco è fantastico, sta facendo paura, è in testa al campionato e gli manca solo la vittoria. Per Franco è stato un fine settimana importante, questo è il suo primo podio dell’anno, e sta facendo una grande crescita dopo un inizio difficile, da qui in avanti sarà molto competitivo. Avere due piloti della nostra Academy sul podio in MotoGP non è cosa da poco”.

Articoli che potrebbero interessarti