Tu sei qui

Moto2, VIDEO - Brutto incidente per Vietti (senza conseguenze) nel warm up

La bandiera rossa per ripristinare gli airfence ha costretto a spostare la gara MotoE alle 15.30. In Moto2 Di Giannantonio il più veloce, in Moto3 Tatay

Moto2: VIDEO - Brutto incidente per Vietti (senza conseguenze) nel warm up

Share


Il warm up della Moto2 è stato segnato dall’incidente di Celestino Vietti, che è caduto alla curva 7 andando a sbattere contro gli airfence (come successo ieri a Marquez e Pol Espargarò) a circa metà della sessione ed è stata esposta la bandiera rossa per ripristinare le barriere di protezione. Per fortuna il pilota del team Sky si è rialzato senza conseguenze ed è potuto tornare rapidamente ai box. Qualche minuto prima, Baldassarri era scivolato alla curva 9.

Messa di nuovo in sicurezza la pista, il warm up è continuato e non sono mancate altre due cadute: quella di Tommaso Marcon (alla curva 3) e quella di Dixon (anche lui alla curva 7), con il pilota del team Petronas che è stato portato al centro medico per controlli in ambulanza.

Per quanto riguarda la classifica, il più veloce è stato Fabio Di Giannnatonio con il tempo di 1’41”430, davanti a Lowes, Canet, Augusto Fernandez, Gardner, Bezzecchi, Garzo, Ramirez, Schrotter e Navarro, che chiude i primi 10. Bulega è 14°, Corsi 17° davanti a Manzi, Dalla Porta 22° e Arbolino 24° e Marcon 29°.

È stato Carlos Tatay il protagonista del warm up della Moto3, sia per il miglior tempo (1’46”514) e sia per il passo che è riuscito a tenere sulla KTM del team Avintia. Lo spagnolo ha preceduto in classifica Darryn Binder e Pedro Acosta, mentre Romano Fenati ha chiuso il turno al 4° posto davanti a Deniz Oncu. Buon turno anche per Niccolò Antonelli, 7° dietro a Sasaki e davanti a Rodrigo, Garci e Masia, che chiude la top 10.

Non ha voluto correre rischi inutili il poleman Tatsuki Suzuki, 18°, davanti a lui si sono classificati Migno (12°), Foggia (15°) e Nepa (16°), più indietro Rossi (24°).

LE CLASSIFICHE

 

Articoli che potrebbero interessarti