Tu sei qui

MotoGP, Jack Miller: "Ho voltato pagina? Il vero test sarà la gara"

L'australiano in prima fila a Jerez: "nessuno mi mette pressione, sono io a farlo per tornare nelle posizioni a cui penso di appartenere"

MotoGP: Jack Miller: "Ho voltato pagina? Il vero test sarà la gara"

Share


Jack Miller è tornato in prima fila ed era da un po’ di tempo che non gli succedeva. A dire la verità, le prime tre gare nel team ufficiale Ducati sono state avare di soddisfazioni e l’australiano, negli ultimi tempi, aveva più volte dichiarato di stare facendo di tutto per tornare ai livelli della fine dello scorso anno. Il terzo tempo in qualifica a Jerez (ottenuto con la scia di Bagnaia) sembra il primo passo nella giusta direzione.

“È vero, è stato un inizio anno difficile - ha ammesso - Ho lavorato molto sul passo in quesi giorni, facendo anche dei long run, in FP4 non sarei nemmeno rientrato ai box se non avessi avuto un problema sulla moto che ci abbiamo messo un po’ più del previsto a risolvere. In qualifica è andata bene e partire in prima fila significa tanto, soprattutto qui a Jerez”.

Miller, però, vuole tenere i piedi per terra.

“Il giro secco è sempre stato un mio punto di forza, il vero test per me sarà domani in gara - ha sottolineato - Qui sono riuscito a trovare una soluzione abbastanza semplice ai miei problemi dopo avere studiato i dati e oggi sono riuscito a gestire anche il vento, che era forte in alcuni punti della pista, soprattutto alle curva 12”.

L’obiettivo è quello di voltare pagina anche perché, come Jack sa bene, i risultati delle prime gare non sono quelli che si chiedono a un pilota di una squadra ufficiale.

Nessuno mi ha messo pressione, sono io a farlo perché voglio ottenere dei buoni risultati per me e per la squadra - ha chiarito - Ho detto che stavo lavorando disperatamente per riuscirci ed è così, perché voglio arrivare nelle posizioni a cui penso di appartenere”.

Articoli che potrebbero interessarti