Tu sei qui

Moto3, Tatsuki Suzuki firma la terza pole consecutiva a Jerez, 3° Migno

Partirà secondo Jeremy Alcoba, chiude la prima fila della griglia di partenza Andrea Migno, 5° tempo per Fenati e 9° per Antonelli

Moto3: Tatsuki Suzuki firma la terza pole consecutiva a Jerez, 3° Migno

Share


Da poco conclusa la sessione di qualifiche della classe minore del Motomondiale sul tracciato di Jerez de la Frontera. Ancora una volta, in Moto3, molti piloti hanno peccato di strategia e non hanno potuto correre il loro ultimo giro lanciato. A pagare questa mancanza è stato anche il pole man Tatsuki Suzuki che però, grazie ad un ottimo giro firmato nei primi minuti della Q2, partirà dalla prima casella della griglia di partenza nel Gran Premio di Spagna.

Dei quattordici piloti che hanno dovuto prendere parte alla Q1 i quattro che hanno guadagnato, l’accesso alla lotta per la pole, sono stati: Pedro Acosta (Red Bull KTM Ajo), Izan Guevara (GAS GAS Aspar Team), Carlos Tatay (Avintia Esponsorama) e Jeremy Alcoba (Gresini Moto3).

La Q1 è iniziata da subito con un primo run infuocato da giri veloci. Tatsuki Suzuki (SIC58 Squadra Corse) ha dettato i primi tempi da battere. Nel tentativo di replicare, Darryn Binder, pilota Petronas Sprinta Racing, si è reso protagonista di una caduta in curva 7 che non gli ha permesso di proseguire.

Come accade molto spesso in Moto3, i tempi calcolati per scendere in pista per l’ultimo giro lanciato hanno fatto sì che Tatsuki Suzuki, Andrea Migno, Niccolò Antonelli, Jason Dupasquier, Jaume Masià, Carlos Tatay e Yuki Kunii non siano riusciti ad effettuare il giro. Nonostante la bandiera a scacchi, il tempo registrato nel primo run da Suzuki in 1’45’’807 è bastato per conquistare la pole position del Gran Premio di Spagna, la terza consecutiva del giapponese sul circuito Angel Nieto.

Jeremy Alcoba (Gresini Moto3) con nel suo flying lap, completato in 1’45’’932, ha conquistato la seconda casella della griglia di partenza facendo di conseguenza scendere Andrea Migno (Snipers Team) in terza posizione. Così come il pilota giapponese, anche Andrea, grazie ad un ottimo giro firmato ad inizio qualifica, è riuscito a rimanere in prima fila nonostante l’errore finale nella strategia.

Apre la seconda fila invece Gabriel Rodrigo (Gresini Moto3) seguito da Romano Fenati (Max Racing Team). In sesta e settima posizione i due piloti Petronas Racing: John McPhee e Darryn Binder, che nonostante una caduta ha mantenuto appunto la settima posizione.

Termina la qualifica 9° Nicolò Antonelli (Avintia Esponsorama Moto3). Seguono in fondo gli altri italiani, rimasti fuori dalla Q2: 23° Dennis Foggia (Le0pard Racing) e i due piloti BOE Owlride: Riccardo Rossi e Stefano Nepa, rispettivamente 24° e 25°.

Articoli che potrebbero interessarti