Tu sei qui

MotoGP, Nakagami: "Ho usato il telaio 2020 e sono tornato a divertirmi"

Quella del giapponese è l'unica Honda in Top 10 dopo le FP2 a Jerez: "al nuovo telaio mancano grip e stabilità al posteriore, col vecchio rieesco a essere più costante"

MotoGP: Nakagami: "Ho usato il telaio 2020 e sono tornato a divertirmi"

Share


Honda non sta vivendo un buon momento e più o meno tutti i piloti stanno faticando con la RC213V e il fatto che Marc Marquez non sia ancora in perfetta forma non aiuta la situazione. I giapponesi stanno cercando di correre ai ripari e hanno tirato fuori dalle casse il telaio 2020, che oggi ha usato Nakagami. Con buoni risultati, perché grazie al 7° tempo è l’unico pilota sulla RC213V in top ten al termine dei primi due turni di prove libere a Jerez.

È vero, ho usato due telai oggi, il vecchio e il nuovo. Non è la miglior cosa da fare in un fine settimana di gara, ma a volte è una necessità - ha spiegato il pilota del team LCR - L’impressione è che il telaio 2020 abbia maggiore potenziale, riesco a essere più costante e sono tornato a divertirmi. È vero anche che Jerez è una delle mie piste preferite, ma è bello essere nei primi 10. Domani, nelle FP3, bisognerà migliorare ancora, ma oggi non ho spinto come un pazzo e penso di avere ancora margine, anche se non so quanto. L’obiettivo è quello di riuscire a girare in 1’36”, penso che sarà sufficiente per entrare in Q2, ma bisognerà capire le condizioni della pista”.

E decidere quale telaio usare.

Sono appena sceso dalla moto, ci sono tanti pensieri che mi corrono nella testa - ha sorriso Takaaki - Dobbiamo analizzare i dati, capire le cose più in profondità e confrontarmi con gli ingegneri di HRC. Voglio decidere entro questa sera quale telaio userò questo fine settimana, poi lunedì avremo il tempo per fare altre comparazioni”.

Il giapponese, però, può già fare affidamento sulle sue sensazioni.

Il telaio 2021 ha una buona maneggevolezza e potenziale in entrata di curva, ma mi manca fiducia al posteriore - ha osservato - In Qatar e a Portimao avevamo cercato di trovare maggiore stabilità e grip, ma senza trovare una soluzione. Con il telaio 2020, invece, c’è maggiore grip”.

Articoli che potrebbero interessarti