Tu sei qui

MotoGP, Enea Bastianini: "sono lento...sul veloce, prenderò spunto da Bagnaia"

"Ho confrontato i miei dati con quelli degli altri piloti, oltre al non riuscire ad avere la velocità che vorrei in curva, non riesco ad arrivare alla corda né a rialzare la moto al momento giusto"

MotoGP: Enea Bastianini:

Il 18° tempo, a poco più di due decimi dall'altro rookie, e compagno di squadra Luca Marini, non preoccupa troppo Enea Bastianini che al termine della prima giornata di prove è apparso fiducioso, ancorché consapevole che c'è ancora molto lavoro da fare.

Com'è andata oggi? ti stai adattando alla nuova moto?
"E' un ottimo tracciato per la motoGP, con molti punti veloci e la potenza della moto è veramente buona, ma il risultato non è stato dei migliori e domani dovremo lavorare per migliorare".

In particolare su quali aspetti pensi di dover migliorare?
"Devo migliorare sopratutto nelle curve veloci, ho delle difficoltà a causa di una perdita di aderenza della ruota posteriore, e c'è anche da lavorare sul peso della moto per ottenere un migliore equilibrio, ma non dovrebbe essere difficile sistemare queste cose per le qualifiche di domani".

Anche se il risultato non è proprio stato soddisfacente, sicuramente avrai lavorato su altri aspetti. Sei riuscito a prendere confidenza con la pista, che è molto diversa da quelle di Losail  e di Portimao?
"Si, per certi versi si potrebbe dire che è un tracciato più "semplice", ma ho ancora molto distacco dai primi. Come già detto oltre al problema di aderenza del posteriore ancora non riesco a far correre bene la moto come vorrei, ma mi sono comunque divertito e domani cercherò di fare meglio".

Hai provato ad analizzare i dati degli altri piloti per capire meglio i loro punti forti o per evidenziare le cose su cui invece devi migliorare?
"Si naturalmente ho confrontato i miei dati con quelli degli altri piloti, oltre al non riuscire ad avere la velocità che vorrei in curva, non riesco ad arrivare alla corda né a rialzare la moto al momento giusto. Nel complesso però ero abbastanza allineato quindi non sono troppo preoccupato".

Zarco ha detto che lui soffre nelle curve lente e invece va forte in quelle veloci, quindi per te è l'opposto?
"Si, soffro nelle curve veloci, sopratutto nelle ultime due. Ho visto che Bagnaia è il pilota Ducati che è andato più forte proprio in quel settore del tracciato, e ho cercato di prendere spunto da lui ma purtroppo siamo in box diversi e non è facile, quindi lavoreremo anche sul setup della moto".

Luca Marini ha detto che secondo lui per andare forte in MotoGP bisogna frenare molto, tu cosa ne pensi, sei d'accordo con lui?
"Non sono d'accordo, oggi frenavo bene e sono andato comunque piuttosto piano. Secondo me bisogna sfruttare bene le curve veloci, sopratutto oggi che c'era vento e si faceva fatica a spingere la moto".

Per te quali saranno le gomme da usare in questa gara?
"Sicuramente domani proveremo la gomma dura sul posteriore, che forse a Portimao sarebbe potuta essere l'opzione migliore per me perché negli ultimi giri mi sono sentito a mio agio. Sicuramente in qualifica useremo la morbida ma in gara sarà un altro discorso".

 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy