Tu sei qui

MotoGP, Zarco: "Le prestazioni di Bagnaia mi rendono fiducioso per Jerez"

"Pecco ha fatto vedere che la Ducati può essere competitiva anche su piste guidate. Se sistemerò un paio di automatismi nella guida potrò giocarmi il podio"

MotoGP: Zarco: "Le prestazioni di Bagnaia mi rendono fiducioso per Jerez"

Share


Portimao è stata una doccia fredda per Johann Zarco: arrivato in Portogallo in testa al campionato, lo ha lasciato con una caduta nelle fasi finali della gara.Ho avuto un piccolo inconveniente con il seamless: ho scalato due marce invece che una, quindi l’intervento del freno motore è stato maggiore e a moto inclinata non ho potuto fare niente per salvarmi” ricorda il pilota di Pramac. Da domani, però, ci sarà tempo e modo per rifarsi, in una pista, quella di Jerez, che non sembra più essere una bestia nera per la Ducati.

Conosciamo tutti bene questo circuito e sappiamo che è difficile usare il potenziale in rettilineo della Desmosedici, ma la mia fiducia è alta per via delle prestazioni di Bagnaia lo scorso anno qui - osserva il francese - So che se metto a posto una paio di cose nella guida potrò giocarmi il podio, anche la vittoria se sarà tutto perfetto”.

Come ha detto, è Pecco il suo punto di riferimento in questo momento.

Jerez è una delle pista con le velocità massime più basse, questo significa che non possiamo recuperare in rettilineo quello che perdiamo in altre aree - continua Zarco - Inoltre, su circuiti come questo, a volte con la Ducati può essere difficile trovare le giuste sensazioni in curva. Però Bagnaia ha fatto vedere che si può essere veloci anche su piste strette o guidate, come Jerez, ma anche Portimao e Misano. Devo solo trovare i giusti automatismi nella guida, quelli ti permetto di pensare di meno e andare più veloce. In Qatar, con più tempo per mettere a posto la moto, avevo dimostrato di potere salire sul podio e anche a Portimao ero vicino, prima di cadere”.

Articoli che potrebbero interessarti