Tu sei qui

MotoGP, Bastianini: “Devo provare la partenza, non ho ancora capito come si fa"”

“Finora non ho cavato un ragno da un buco. Devo ancora capire come funziona la strategia in MotoGP. A Jerez punto ad arrivare tra i primi otto della classe”

MotoGP: Bastianini: “Devo provare la partenza, non ho ancora capito come si fa"”

Share


Enea Bastianini punta a farsi spazio tra i grandi e dopo il back to back di Losail e la tappa di Portimao, vuole alzare l’asticella. Da parte sua non manca certo la fiducia, dal momento che il romagnolo di casa Esponsorama ha  mostrato di riscontrare sempre più fiducia in sella alla Ducati.

In Spagna si va quindi a caccia di conferme, consapevole di quello che è il percorso di crescita.

“Jerez è una pista che mi piace – ha esordito - qua tanti piloti saranno veloci e quindi non sarà semplice. Sono però reduce da una gara positiva come quella di Portimao, anche se c’è molto da migliorare in qualifica. Sabato mattina saranno infatti fondamentali le FP3, dato che vorrei arrivare direttamente alla Q2, senza dover passare dalla Q1”.

Il percorso di crescita è comunque lungo e impegnativo.
“Ci vorrà un po’ per trovare la giusta via, dato che qua non ho mai corso con la MotoGP. Jerez però la conosco bene, dato che ho girato in inverno con la Panigale V4S”.

Uno degli aspetti su cui concentrarsi è sicuramente la partenza.
“Dovrò fare qualche prova, in modo da cavare qualche ragno dal buco. Rispetto al passato, con la MotoGP, non ho ancora capito bene la strategia da adottare. In questa categoria è comunque fondamentale partire davanti per non perdere contatto col gruppo dei migliori”.

In merito all’obiettivo da raggiungere non ci sono dubbi.
“Vincere (sorride). Dopo la top ten, vorrei arrivare nei primi otto”.

Articoli che potrebbero interessarti