Tu sei qui

A Jerez riparte la MotoE: Matteo Ferrari cerca il riscatto

La Coppa del Mondo delle elettriche riparte questo fine settimana: Aegerter e Granado i favoriti ma attenzione al debuttante Aldeguer e alla vecchia conoscenza MotoGP Yonny Hernandez

MotoE: A Jerez riparte la MotoE: Matteo Ferrari cerca il riscatto

Share


Da Jerez questo fine settimana partirà anche il mondiale della MotoE, categoria arrivata ormai alla sua terza stagione. Proprio sul tracciato andaluso si sono svolti i test pre stagionali della categoria che quindi hanno dato delle indicazioni chiare sui possibili favoriti per la prima gara e anche, più in generale, per la lotta al campionato. 

Tra i 18 partecipanti spicca sicuramente il campione in carica Jordi Torres (Pons Racing 40) che nel corso degli ultimi test invernali non ha particolarmente brillato a differenza di Eric Granado (WithU Motorsport) e Dominique Aegerter (Dynavolt Intact GP). Il brasiliano e lo svizzero sono riusciti ad interpretare al meglio la Energica a Jerez e sono sembrati essere i più in forma per l’inizio della stagione con il pilota Dynavolt che ha dominato la simulazione gara e quello del team WithU capace di far segnare un nuovo record della pista che però, essendo arrivato in una giornata di test, non verrà considerato ai fini delle statistiche ufficiali. 

Tra chi proverà a rimanere vicino ad Aegerter e Granado a Jerez è sicuramente Matteo Ferrari, alla ricerca di un riscatto dopo un 2020 nel quale non è riuscito a bissare il successo della stagione precedente. L’italiano del team Gresini nei test di Jerez non è sembrato ancora l’interprete spumeggiante della Energica visto nel 2019, bisognerà capire qualche sarà il suo rendimento nel corso della stagione. 

Cercherà di mischiare un po’ le carte (ed in parte lo ha già fatto durante l’inverno) il giovanissimo Fermín Aldeguer dell’Openbank Aspar Team, che a soli 16 anni sarà impegnato nel corso di questo 2021 sia nel CEV Moto2 che in MotoE. Nel primo appuntamento del campionato spagnolo, dove guida una Boscoscuro, ha chiuso a punteggio pieno con due vittorie su due gare all’Estoril candidandosi prepotentemente per la vittoria del campionato e, perché no, per un posto nel motomondiale 2022. 

Aldeguer è solo uno dei molti debuttanti che prenderanno parte alla Coppa del Mondo MotoE di quest’anno. Spiccano sicuramente i piloti dell’E-Team LCR di Lucio Cecchinello Miquel Pons e Kevin Zannoni. L’italiano è reduce da una stagione vittoriosa nel CIV Moto3, mentre lo spagnolo ha corso a Portimao con il team MV Agusta Moto2 in sostituzione dell’infortunato Corsi. Tra i rookies anche Andrea Mantovani (Team Gresini Moto E) e la vecchia conoscenza della MotoGP Yonny Hernendez che correrà con i colori del team Pramac che lo accompagnò anche negli ultimi anni della sua esperienza in top class. Nello stesso team ci sarà anche Alessandro Zaccone, alla sua seconda stagione in MotoE dopo l’esordio del 2020. Tra i debuttanti anche Hikari Okubo (Avant Ajo MotoE) e Corentin Perolari (Tech3 E-Racing), André Pires (Avintia Esponsorama Racing) e Jasper Iwema (Pons Racing 40). 

Rimangono nella griglia MotoE Lukas Tulovic (Tech3 E-Racing), Maria Herrera (Openbank Aspar Team), Xavier Cardelus (Avintia Esponsorama Racing), e Mattia Casadei (Ongetta SIC58 Squadra Corse) pronti a migliorare le proprie performance e tentare di occupare, grazie alla loro esperienza in sella alla Energica, le posizioni di testa. 

Articoli che potrebbero interessarti