Tu sei qui

MotoGP, Rossi: "Arrivo a Jerez più ottimista, devo stare coi migliori"

"Non vedo l'ora di correre su questa pista, ho tanti bei ricordi". Morbidelli: "la concorrenza è dura, ma spero di salire sul podio questa volta"

MotoGP: Rossi: "Arrivo a Jerez più ottimista, devo stare coi migliori"

Share


Il 2021 non è iniziato nel migliore dei modi per il team Petronas: il Qatar aveva dato ben poche soddisfazioni a Rossi e Morbidelli, mentre a Portimao hanno cercare di risalire la china. Franco, in Portogallo, ha conquistato un 4° posto utile per il morale, mentre Valentino ha trovato in gara qualche soluzione ai suoi problemi, anche se una caduta ha vanificato tutti gli sforzi.

Jerez, quindi, rappresenta un appuntamento particolarmente importante per il Dottore, che proprio sul circuito spagnolo era salito l’ultima volta sul podio. La M1 in versione 2021 ha dimostrato di essere competitiva nella mani dei piloti ufficiali e un circuito ‘amico’ potrebbe aiutare Valentino.

Penso che Jerez sia uno dei circuiti del calendario MotoGP in cui non vedo l'ora di correre ogni anno, perché ho alcuni bei ricordi - conferma Rossi - Infatti, l'anno scorso ero salito sul podio nella seconda gara della stagione, nel GP  dell'Andalusia. Il mio ritmo durante la gara in Portogallo era abbastanza buono, abbiamo fatto alcuni miglioramenti, quindi arriviamo in questo quarto round dell'anno con più ottimismo di prima. Di sicuro, tanti piloti saranno forti a Jerez, perché tutti noi conosciamo molto, molto bene questo circuito, ma faremo del nostro meglio e vedremo cosa potremo fare per tornare nelle prime posizioni, dove dobbiamo essere”.

Anche Franco Morbidelli lo scorso anno era stato veloce in Spagna e, nella seconda gara, solo un guasto alla sua M1 lo aveva fermato. Per l’italo-brasiliano è fondamentale riprendere il ritmo della scorsa stagione per riportarsi nei piani nobili della classifica.

La pista di Jerez è davvero bella e sono stato veloce lì - spiega - L'anno scorso sono stato molto vicino a finire sul podio in entrambe le gare, quindi spero che potremo salirci questa volta. Quest'anno la concorrenza è più dura e il livello è più alto, ma farò del mio meglio per rimanere il più vicino possibile ai primi tre e dovremo solo aspettare per vedere se ci riuscirò. Dobbiamo essere pronti a reagire, ma siamo pronti a dare il massimo e a fare il meglio che possiamo”.

Articoli che potrebbero interessarti