Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: "Quella bandiera gialla mi ha tolto la possibilità di vincere"

"Forse Quartararo mi avrebbe battuto comunque, ma avrei avuto una chance. Il campionato e la prima vittoria? Penso solo a lavorare bene"

MotoGP: Bagnaia: "Quella bandiera gialla mi ha tolto la possibilità di vincere"

Share


La gara di Portimao era una prova importante per Pecco Bagnaia e l’ha superata a pieni voti. Il pilota della Ducati sapeva di avere un passo per vincere, ma la bandiera gialla presa ieri in qualifica lo aveva spedito nel Bronx dello schieramento. A quel punto doveva dimostrare non solo di essere veloce ma anche maturo. Il 2° posto dimostra che lo è stato.

Questo era il migliore risultato possibile oggi - ha spiegato il piemontese - Magari anche partendo dalla pole position non sarei riuscito a battere Quartararo, ma almeno avrei avuto una possibilità, invece partendo così indietro non l’ho avuta”.

Ha comunque messo in scena una gara velocissima.

Nessun pensava che avremmo girato con quel passo - ha continuato - c’era tanto grip e le gomme hanno funzionato bene. Io sono contento di questo podio, perché ero in una situazione difficile e non aiutato perdere l’anteriore alla prima curva”.

Anche alla fine però non è potuto stare tranquillo, con Mir che lo seguiva come un’ombra.

Era talmente vicino che pensavo fosse seduto sul sellino posteriore - ha scherzato Bagnaia  - Però sapevo che sarebbe stato difficile per lui superarmi, soprattutto all’ultima curva perché la Ducati ha un’accelerazione migliore. Inoltre ho fatto un ultimo giro perfetto”.

Dopo due podi in tre gare  Pecco è secondo in campionato.

Però è troppo presto per pensare alla classifica - ha avvertito - Quest’anno il mio obiettivo era essere costante e migliorare nelle piste in cui avevo faticato nella scorsa stagione, e Portimao era una di questa. Posso dire di avere fatto un grande passo in avanti e sono contento di questo 2° posto. La prima vittoria? Adesso andremo a Jerez, Le Mans, Mugello, Barcellona, sono tutti circuiti che mi piacciono e magari arriverà. Però adesso voglio solo pensare a lavorare come ho fatto in questo fine settimana”.

La gara non è stata comunque una passeggiata.

I primi 3 o 4 giri sono stati difficili - ha commentato - Ero veloce, ma frenare con il serbatoio pieno non è semplice, infatti ho rischiato di toccarmi con Binder alla prima curva. Il mio passo però era buono, ho superato tanti piloti e mi sono messo dietro a Zarco. Purtroppo negli ultimi 2 giri ho sofferto con la gomma posteriore, ma è normale quando spingi così tanto dall’inizio”.

Infine, come Quartararo neppure Bagnaia è rimasto sorpreso dalla prestazione di Marquez.

“Sapevo che non sarebbe tornato se non fosse stato in forma - ha detto Pecco - Mi aspettavo che lottasse per la Top Ten come ha fatto”.

Articoli che potrebbero interessarti