Tu sei qui

MotoGP, Miller: "La penalizzazione a Bagnaia? Quando succede non puoi discutere"

"È accaduto anche a me qualche volta in passato. Il braccio sta bene, ma in qualifica ho lasciato qualcosa sul tavolo. Per la gara sarà importante non fare errori"

MotoGP: Miller:

L’anno scorso Jack Miller a Portimao era partito 3° e si era giocato in volata il 2° posto con Morbidelli avendo la meglio sul filo di lana. Domani, ancora una volta sulla pista portoghese, l’australiano aprirà la 2° fila con l’obiettivo di ripetere il risultato, se non di migliorarlo.

Durante le FP4 ho fatto una simulazione di gara e mi sono trovato abbastanza bene - spiega - Penso che domani sarà  una gara come quella dell’anno scorso: non sarà permesso fare errori e sarà importante riuscire a tenersi un po’ di margine. Non sono completamente soddisfatto delle mie qualifiche, ho lasciato qualcosa sul tavolo, ma sono contento del 4° posto. Bisognerà fare una buona partenza”.

Il braccio, operato la scorsa settimana per risolvere i problemi di sindrome compartimentale, non gli dà particolare problemi.

Nelle FP4 ho fatto 17 giri e mi sono sentito bene, è perfetto - assicura Jack - Vedremo cosa succederà domani in gara, anche se mi aspetto che sia simile a quella dell’anno scorso, come ho detto, anche le gomme sono le stesse, gli hanno solo cambiato nome”.

L’ultima battuta è sui tempi cancellati al compagno di squadra Bagnaia per la bandiera gialla e a Vinales per avere superato i limiti della pista.

Anch’io in passato ho ricevuto questa penalità - ricorda Miller - Quando succedere non puoi discutere, è così. Però in qualifica hai pochissimi tempo e gomme per fare il tuo giro buono, Pecco stava già spingendo quando ha trovato la bandiera gialla, ad Aragon una cosa del genere mi era costata l’ingresso in Q2. Ho visto solo velocemente anche il replay di Maverick e mi era sembrato non fosse sul verde.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy