Tu sei qui

SBK, CIV Superbike, doppietta Honda nelle prove libere del Mugello

Lorenzo Gabellini ha stampato il miglior tempo nelle libere, a seguire Luca Vitali e Lucas Mahias. Quarto Lorenzo Zanetti, nelle retrovie Michele Pirro e Nuova M2 Racing. Top-5 racchiusa in mezzo secondo

SBK: CIV Superbike, doppietta Honda nelle prove libere del Mugello

Share


Equilibro generale con cinque piloti racchiusi in appena mezzo secondo, a conferma della grande incertezza che avvolge questa stagione. La sessione inaugurale di libere del CIV Superbike all’Autodromo del Mugello si è aperta nel segno della Honda, più nello specifico di Lorenzo Gabellini. Portacolori del Team Althea Racing, confermato in toto dopo le ottime prestazioni dello scorso anno, sembra aver ingranato la marcia giusta. Al comando fin dai primi minuti, seppur ben distante dal precedente record della pista, ha fermato il cronometro sul 1’51”614 proseguendo quanto di buono mostrato nei test pre-season.

Alle sue spalle il compagno di marca Luca Vitali (Scuderia Improve by Tenjob), staccato di un solo decimo, a dimostrazione dei notevoli progressi effettuati dalla CBR 1000RR-R nel corso dell’inverno. In tal senso, bene anche Alessandro Delbianco (DMR Racing) in quinta posizione a mettere la ‘ciliegina sulla torta’. Terza posizione per la wild card Lucas Mahias (Puccetti Racing Team), alle prese con una Ninja ZX-10R “ibrida”, un mix tra l’esemplare di ultima generazione e quello del 2020. Da ricordare che il francese, correndo con moto non in configurazione CIV, risulterà trasparente ai fini della graduatoria di sabato e domenica.

Se la Fireblade si è adattata alla perfezione alle prerogative della inedita centralina MoTec, grande novità del 2021, lo stesso non si può dire per la Panigale V4-R: il favorito Michele Pirro (Barni Racing Team) arranca in ottava posizione a quasi un secondo dalla vetta, leggermente meglio è andata alla coppia del Broncos Racing Team con Lorenzo Zanetti al quarto posto e Agostino Santoro al sesto. Ma si tratta semplicemente di prove. Ayrton Badovini (CherryBox24 Guandalini Racing) in testa al gruppo delle BMW M1000RR al nono posto.

Apparso in seria difficoltà, invece, il Team Nuova M2 Racing, ben distante dalle zone alte della classifica. La formazione detentrice del titolo non è andata oltre una misera decima posizione con Flavio Ferroni (a oltre un secondo e mezzo!!), addirittura 12esima e 13esima per Alex Bernardi e il rientrante Riccardo Russo. Da sottolineare come, rispetto al recente passato, la RSV4 sembra abbia perso qualcosa in termini di velocità di punta (attorno ai 10 km/h dalla CBR di Vitali nel turno in questione..).

I protagonisti della top class del Campionato Italiano Velocità torneranno in azione sulle colline toscane alle 16:55 per la QP1, dal pronostico alquanto imprevedibile in virtù dei distacchi particolarmente contenuti.

LA CLASSIFICA:

Articoli che potrebbero interessarti