Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: "Posso lottare a Portimao". Miller: "Non sarò al 100%"

Il pilota italiano è fiducioso: "Le mie sensazioni sulla Ducati sono migliorate in Qatar". L'australiano dopo l'operazione: "La riabilitazione sta andando come previsto"

MotoGP: Bagnaia: "Posso lottare a Portimao". Miller: "Non sarò al 100%"

Share


Dopo le prime due gare extra-europee disputate in Qatar, la MotoGP sbarca in Europa per il terzo round della stagione sul tracciato portoghese di Portimao. Tra i protagonisti dei primi due weekend di gara c’è stato anche Pecco Bagnaia, autore della pole position della prima corsa ed ora quarto in classifica generale. Lo scorso anno in Portogallo Bagnaia era stato costretto ad un ritiro dopo pochi giri a causa di un contatto alla prima curva e proverà a rifarsi questo fine settimana.  
“Questa pausa di quasi due settimane è servita molto e ora sono pronto per il primo GP in Europa – ha detto Bagnaia - Portimão è un tracciato davvero unico: lo scorso anno ho faticato molto qui, ma per me si trattava di un momento complicato della stagione. Quest’anno affronterò il Gran Premio del Portogallo con una carica diversa: nelle ultime due gare in Qatar il mio feeling con la Desmosedici GP è stato davvero ottimo e questo mi rende fiducioso. Sono sicuro di avere tutti i mezzi per poter lottare per un altro buon risultato domenica”.

In Casa Ducati bisognerà tenere d’occhio anche Jack Miller, operato con successo di recente per sindrome compartimentale all’avambraccio destro. L’australiano punta a rientrare a Portimão per lottare per un buon risultato dopo che lo scorso anno era salito sul secondo gradino del podio assicurando a Ducati il secondo titolo costruttori in MotoGP. Jack ha lavorato in questi giorni per riuscire a recuperare in tempo per il GP del Portogallo e giovedì pomeriggio si sottoporrà alla visita di controllo per ottenere il via libera dei medici alla partecipazione al Gran Premio.
“Dopo l’operazione all’avambraccio destro ho iniziato subito il programma di riabilitazione e tutto sta procedendo come previsto – ha detto - La pista di Portimão mi piace molto e ho dei ricordi molto belli della gara dell’anno scorso, dove sono riuscito ad arrivare secondo dopo una emozionante battaglia con Morbidelli. Purtroppo quest’anno non sarò al 100% della mia forma fisica ma, come sempre, cercherò di dare il massimo per portare a casa il miglior risultato possibile”.

Articoli che potrebbero interessarti