SBK, SYNETIQ BMW by TAS alla caccia del titolo nel BSB 2021 con la M1000RR

Andrew Irwin: "Punto a lottare per il podio in ogni gara, con Danny svilupperemo al meglio la nuova moto". Danny Buchan: "Con le giuste prove saremo competitivi, con Andy ci motiveremo a vicenda"

Share


Da oltre un lustro una delle formazioni di riferimento del motociclismo d’oltremanica, segnate ampie pagine di storia, il Team TAS Racing si accinge a intraprendere una stagione all’insegna delle novità, sia sul fronte piloti che tecnico. Salutato un 2020 avaro di soddisfazioni proprio in occasione del 20esimo anniversario dalla propria fondazione, sotto le insegne SYNETIQ BMW Motorrad, la formazione capitanata da Hector e Philip Neill tenterà in ogni modo di sfatare il “tabù BSB”. Come lo farà? Basta partire nominando la tanto inedita quanto attesa M1000RR, passando per la line up di qualità, completamente rivista nel suo genere rispetto al recente passato, composta da Andrew Irwin e Danny Buchan. Il potenziale e i presupposti ci sono, l’obbiettivo è senza mezzi termine il titolo.

Andrew Irwin: "Voglio lottare per il podio in ogni gara"

Malgrado la possibilità di proseguire per la terza volta consecutiva il sodalizio con Honda Racing UK, un po’ a sorpresa, Andrew Irwin (nella foto principale) ha spiazzato tutti decidendo di sposare la causa di SYNETIQ BMW by TAS. Suggestionato dalla nuovissima arma della Casa di Monaco di Baviera, adesso non resta più soltanto che effettuare i primi test.

“Dopo l’annuncio, con la squadra eravamo d’accordo di svolgere un breve test in Spagna con una S1000RR lo scorso novembre. Purtroppo, per via del lockdown, non siamo riusciti nel nostro intento - ha ammesso Irwin - vista la situazione abbiamo preferito non forzare la mano, sarebbe stata una mancanza di rispetto verso chi deve restare chiuso in casa, aspetteremo il momento opportuno per tornare in pista. In quanto atleta, ho la fortuna di potermi allenare senza problemi”.

Ansioso di riscatto in seguito alle numerose critiche ricevute la passata stagione, l’originario di Carrickfergus cercherà di essere maggiormente costante nelle prestazioni, consapevole di avere al suo fianco un compagno d’eccellenza. Punto a lottare per il podio in ogni gara. Per questo motivo ho scelto il Team TAS Racing, sento una grande passione nell’ambiente. Abbiamo gli stessi punti di vista, senza dimenticare il supporto diretto di BMW UK. Avere nel box un pilota veloce è sempre un bene, possiamo contribuire allo sviluppo della M1000RR. Credo lavoreremo bene insieme, in più potrà aiutarmi in tracciati come Cadwell, Oulton Park e Knockhill dove va forte”.

“In ottica titolo, ovviamente, mi aspetto i vari Brookes, O’Halloran e Mackenzie. Sono molto costanti e guidano da tempo le rispettive moto, dovremo impegnarci duramente se vogliamo combattere con loro.

Danny Buchan: "Con Andy una coppia di spessore, saremo competitivi"

Vincitore della SuperStock 1000 britannica in due distinte occasioni, portato a termine un prolungato rapporto con Kawasaki, Danny Buchan ha optato per cambiare totalmente aria. Anch’egli affascinato dalle potenzialità della M1000RR, il 2021 dovrà rappresentare l’anno della consacrazione.

“Sono estremamente contento di far parte di questa squadra. Il Team TAS Racing mi ha da sempre fatto un’ottima impressione, conosco bene Hector e Philip Neill - ha dichiarato Buchan - vari fattori hanno agevolato la mia scelta, in particolar modo il supporto ufficiale di BMW UK. In questo periodo mi sto preparando come di consueto a livello fisico e mentale”.

Recentemente impegnato in alcuni track-days in quel di Cadwell Park su una S1000RR in configurazione Stock, chiaramente la volontà dell’originario dell’Essex è di tornare al successo che manca oramai da Knockhill 2019. Con le giuste prove, penso saremo competitivi. In tal senso reputo positivo disputare tre gare a week-end, ciò modificherà qualcosa in ambito campionato, ma più gare significano più chance di recuperare punti in caso di zeri”.

Al contempo, dovrà mettersi alla prova con un team-mate del calibro di Andrew Irwin. “Con lui sono sempre andato d’accordo, ma è così con buona parte delle persone che conosco. In passato Andrew ha corso con altre squadre ufficiali, porterà l’esperienza acquisita per il bene del Team TAS Racing. Siamo una coppia di spessore, ci motiveremo a vicenda e insieme lavoreremo per tirare fuori il massimo dalla moto sin dai test inaugurali.

 

Articoli che potrebbero interessarti