Tu sei qui

SBK, Il Mondiale 2021 tra COVID, calendario, tamponi e vaccini

A differenza della MotoGP, il paddock delle derivate non riceverà i vaccini, mentre sul calendario ci saranno sorprese in arrivo

SBK: Il Mondiale 2021 tra COVID, calendario, tamponi e vaccini

Share


La MotoGP ha disputato ben due gare, la Superbike invece si fa desiderare. Come ben sappiamo, il via della stagione è previsto infatti a maggio inoltrato sul tracciato di Aragon. Di conseguenza, in questi mesi, non resta che consolarsi con i test.

A Barcellona, la scorsa settimana, abbiamo visto tutte in azione tutte le squadre per quello che è stato l’unico appuntamento condiviso della preseason. L’occasione era ghiotta, tanto che in circuito è arrivato anche Gregorio Lavilla con cui abbiamo scambiato qualche battuta in pit lane.

Il numero uno della Superbike ci ha comunicato che nel Quartier Generale della Dorna di Barcellona sono settimane incandescenti, dal momento che si stanno sistemando gli ultimi dettagli in vista del via della stagione. Il protocollo previsto dall’Organizzatore ricalcherà quello della passata stagione con presenza dei media limitati in circuito e hospitality per il momento vietate. C’è poi il capitolo legato al pubblico, con partenza del Campionato che vedrà circuiti esclusi agli appassionati, nonostante la speranza  di riaverli sulle tribune durante il prosieguo della stagione, consapevoli del fatto che sia sempre il Virus a comandare il gioco.

A proposito di COVID, in Qatar piloti e addetti ai lavori della MotoGP hanno potuto beneficiare dei vaccini messi a disposizione da parte del Paese, tanto che negli ultimi giorni si sono sottoposti alla seconda e ultima dose di Pfizer. In Superbike tutto ciò non sarà invece possibile. Nessun vaccino è infatti previsto per i membri del paddock della Superbike, che dovranno quindi attendere e rispettare le scadenze previste per ogni Paese di appartenenza.

Infine il capitolo legato al calendario. Al momento la Dorna ha pubblicato due calendari provvisori, ma nelle prossime settimane è atteso quello definitivo. Lavilla ci ha assicurato che nel 2021 entrerà un nuovo circuito e tutti gli indizi portano al Most. Del tracciato ceco ne avevamo parlato a inizio marzo, scrivendo che era una ipotesi che intrigava non poco la Dorna così come il Paese, che due anni fa aveva visto l’uscita di scena di Brno.

Sempre rimanendo in tema di piste, c’è poi la questione legata all’Indonesia, inserita nel calendario il 12-14 novembre. La tappa di Mandalika compare al momento come l’ultima del calendario Superbike. A tal proposito, Lavilla ci ha detto che in Indonesia stanno lavorando alacremente per portare avanti a terminare tutte le opere legate a pista di atterraggio e ovviamente circuito. Di conseguenza, Pandemia e spostamenti con l’Asia permettendo, Dorna spera fino all’ultimo di poter chiudere il Mondiale 2021 sull’Isola di Lombok, offrendo così alla Superbike un debutto tra i più attesi.     

Articoli che potrebbero interessarti