Moto3, McPhee: "Una moto mi ha colpito in testa e non ho reagito bene"

"Accetto la penalità e mi scuso per il comportamento. Per la seconda settimana consecutiva sono caduto per colpa di un altro pilota"

Share


"Ho lasciato che le mie emozioni avessero la meglio in Qatar, dopo essere stato eliminato per la seconda settimana consecutiva dell'errore di un altro pilota". Inizia così il messaggio di John McPhee nel giorno dopo l'incidente con Alcoba e la conseguente rissa a bordo pista. Qui trovate il video dell'accaduto che ha portato alla multa di 1000€ per entrambi i piloti e ad una penalizzazione per il GP di Portimao - "Devo scusarmi per il mio comportamento, non ho reagito bene all'incidente. È uno sport adrenalinico, con un ovvio pericolo intrinseco; il fatto che la moto di un concorrente abbia colpito la mia testa ha scatenato una reazione fuori dal normale e vorrei scusarmi con i fan, la mia squadra, PETRONAS e i nostri partner. Accetto la penalità e andrò a Portimao concentrato sul compito da svolgere.

Articoli che potrebbero interessarti