Tu sei qui

MotoGP, Mir: “Avevo la polvere negli occhi, in qualifica non riesco a guidare come vorrei”

Rins: “Non ho mai guidato in condizioni così estreme come oggi. Martin? È spettacolare, già domenica scorsa l’ha dimostrato”

MotoGP: Mir: “Avevo la polvere negli occhi, in qualifica non riesco a guidare come vorrei”

Share


Le Suzuki partiranno dalla terza fila domani con Alex Rins autore dell’ottavo tempo davanti al compagno Joan Mir. Tra i due ci sono soli 40 millesimi di distacco. Peccato che a separarli dalla vetta ci siano oltre sei decimi.

Un sabato quindi non proprio semplice per il Campione del Mondo, il quale si è garantito l’accesso diretto alla Q2 solo dopo aver oltrepassato lo scoglio della Q1.

“È stata una giornata comunque positiva – ha esordito – la cosa più importante è aver centrato l’accesso alla Q2. Il fatto è che dobbiamo migliorare in qualifica e cercare di compiere  un passo avanti. Purtroppo, in qualifica, non riesco a guidare in modo naturale”.

Joan non nega quindi i propri limiti.
Sono più stressato il sabato che la domenica, perché al sabato spingo al massimo, ma poi ci troviamo una Ducati che appena fa un passo avanti migliora di mezzo secondo. Da fuori sembra quasi che vado lento, invece sono al limite. Purtroppo dobbiamo cercare di fare qualcosa. Per guidare la Suzuki bisogna cercare di essere dolce e rilassati, invece in qualifica non riesco”.

Oltre al crono, c’è pure il meteo a mettersi di mezzo.  
“Il problema di oggi era la polvere, soprattutto nelle FP3, sembra quasi di sentirla sotto il casco, negli occhi. In quel momento le condizioni erano a dir poco estreme, anche se c’era ancora del grip. Adesso però bisogna pensare alla gara di domenica, dove dovrò cercare di gestire le gomme, sono fiducioso che potrò essere veloce.

Non manca poi una battuta su Jorge Martin, ovvero il poleman del sabato.
“Faccio i complimenti a Jorge, sapevo che sarebbe stato forte in qualifica e alla fine è lì davanti a tutti. Sarebbe incredibile se dopo la pole riesce anche a vincere la gara”.

A proposito di vittoria, una settimana fa ci ha pensato Vinales a vincere.
“Maverick è davvero forte, ma dovrà cercare di gestire al meglio le gomme in gara, consapevole del fatto che ci saranno tante Ducati veloci. Io cercherò di fare la mia gara e dare il massimo”

La parola passa poi ad Alex Rins, che lo precede in griglia.
“Purtroppo in qualifica mi sono mancate le sensazioni dello scorso weekend – ha commentato lo spagnolo – siamo riusciti a migliorare di una posizione in griglia, ma ora bisogna pensare alla gara. Ci aspetta infatti una corsa impegnativa, dato che dovremo cercare di recuperare il maggiori numero di posizioni al via. In qualifica purtroppo abbiamo accusato, ma voglio essere fiducioso”.

Di sicuro per i piloti non è stato un sabato semplice, specialmente in occasione delle FP3.
“Non ho mai corso in condizioni così complicate, erano davvero toste. Dopo le FP3 avevo gli occhio pieni di polvere. Speriamo che non si ripeta domani questa situazione”.

A proposito di domani, la mente è già focalizzata sulla gara.
“Difficile fare una strategia per domenica, perché molto dipenderà dai piloti che avremo davanti. Come detto, cercherò di fare una bella partenza, cercando però di gestire al meglio le gomme”.

Infine una battuta sul poleman.
“Oggi Martin ha fatto un grande qualifica, migliorando in maniera incredibile con la gomma nuova. Di sicuro sta facendo un grande percorso di crescita e l’abbiamo visto anche domenica scorsa in qualifica”.

Articoli che potrebbero interessarti