Tu sei qui

SBK, Rea e la Kawasaki non fanno sconti a Barcellona, 2° Redding, 3° Gerloff

Johnny chiude con un tempo da record i test precedendo di 179 millesimi la Ducati di Scott, 4° Folger seguito da Rinaldi e Sykes, 8° Locatelli, 9° Davies, 12° Bassani davanti a Rabat

SBK: Rea e la Kawasaki non fanno sconti a Barcellona, 2° Redding, 3° Gerloff

Share


18:00 Giù al sipario a Barcellona quando le lancette dell’orologio segnano le ore 18. All’ultimo tentativo disponibile Johnny Rea ha messo le cose in chiaro, prendendosi la vetta con il crono di 1’40”264, ovvero crono record per quanto riguarda la Superbike. Alle sue spalle si è inserita la Ducati d i Scott Redding, che ha accusato 179 millesimi, seguita dalla prima delle Yamaha, ovvero quella di Garrett Gerloff, in ritardo di 233 millesimi.

Occhio poi alle sorprese, perché in quarta posizione troviamo la BMW di Jonas Folger (+0.435), nonché la più veloce tra le M 1000 RR, seguita a sua volta dalla Ducati di Rinaldi. Sesto crono invece per Tom Sykes, mentre ottavo Andrea Locatelli, in netta crescita, tanto da rimanere sotto il secondo. A chiudere la top ten sono invece Davies e Haslam.

Fuori dai primi dieci troviamo quindi Nozane, incalzato dalla Ducati di Axel Bassani, poi quella di Tito Rabat. Giornata complicata per lo spagnolo del team Barni, che ha accusato oltre un secondo e mezzo dalla vetta (+1.678). Dietro di lui van der Mark, vittima di  una brutta caduta, poi Razgatlioglu e Bautista che non hanno girato nel pomeriggio. Tra Toprak e Alvaro ci sono Vinales e Ponsson. In fondo Mercado e Cavalieri.    

17:56 Scott Redding all'ultimo respiro! Secondo crono per il britannico a 179 millesimi da Rea.

17:54 Rea non ci sta e si riprende la vetta in 1'40"264, rifilando oltre due decimi a Gerloff.

17:50 Occhio a Folger, incredibile terzo tempo per il tedesco a 435 millesimi dalla vetta davanti a Rinaldi.

17:48 Ora è sfida vera a Barcellona: Gerloff primo in 1'40"497.

17:45 Si torna in pista per gli ultimi 15 minuti di test.

17:40 Minuti coincitati al Montmelò con van der Mark che finisce a terra e distrugge la sua BMW. Leggi QUI quanto accaduto. Immediata la bandiera rossa.

17:30 Mezz'ora al termine dei test di Barcellona. Redding esce ora dai box.

17:20 Rinaldi sale in terza posizione a 358 millesimi da Rea.

17:05 Rea rompe gli indugi e si prende in questo istante la prima posizione con il crono di 1'40"519, piegando Gerloff di 271 millesimi.

17:00 Fuoco alle polveri a Barcellona! Iniziano ora gli ultimi 60 minuti di test con Gerloff e la Yamaha davanti a tutti!

16:40 Rabat arriva a quota 100! Ben 100 tornate per lui fino ad ora al Montmelò. Al secondo posto, a quota 67, compare Alex Lowes. Dopo l'ultimo giro Rabat è ora 11° davanti alla BMW di van der Mark.

16:10 Secondo le informazioni raccolte pochi minuti fa in pitlane, Toprak non è stato bene stamani, di conseguenza la squadra ha deciso di sottoporlo a un tampone molecolare, al fine di valutare il suo stato di salute. Il risultato non è ancora arrivato, di conseguenza il pilota è fermo.

16:00 Nessuno scossone in classifica, perché i piloti stanno iniziando a lavorare sui passi gara. Al comando resiste quindi Gerloff davanti a Rea quando mancano 2 ore al termine. 

15:45 Tutti i piloti sono rientrati in pista a Barcellona dopo la pausa pranzo. Da registrare il 12° crono di Rabat, che ha sorpassato Razgatlioglu, ancora fermo ai box.

15:12 Rientra in pista anche Johnny Rea, secondo in classifica a soli 12 millesimi dalla Yamaha di Gerloff.

15:09 Torna in pista dopo la pausa pranzo anche Michael Rinaldi, mentre è fermo Scott Redding. Un momento di break anche per Scott prima di riprendere l'azione in pista

15:00 Alle ore 15 c'è sempre Gerloff a dettare il ritmo al Montmelò. In pista ora Haslam, così come Rabat, quest'ultimo impegnato a migliorare la prestazione. Al momento però lo spagnolo del team Barni è soltanto 13° con oltre un secondo e mezzo di ritardo dalla vetta.

14:30 Quando mancano tre ore e mezza al termine della sessione c'è sempre Gerloff al comando con soli 12 millesimi di vantaggio su Rea, mentre terza la BMW di Sykes, seguita a sua volta dalla Ducati di Redding e la Kawasaki di Lowes. Sesto Locatelli poi Rinaldi, Davies e Folger. 

14:00 Toprak Razgatliolu ha compiuto nemmeno 10 giri stamani e nel pomeriggio Yamaha comunicherà il motivo di tale assenza. Nel paddock si rincorrono diversi voci a riguardo tra cui motivi di salute. Rimaniamo quindi in attesa di una comunicazione ufficiale da parte di PATA. Bautista pare invece chiamato a fare i conti con il suo stato di forma non al top (QUI gli ultimi aggiornamenti).

13:45 Comanda sempre Gerloff davanti a Rea e Sykes (al quale è stato riconfermato il tempo). Quarta posizione per Redding davanti a Lowes e Locatelli. Le Ducati di Rinaldi e Davies a seguire. Incognita Razgatlioglu che ha lavorato poco in pista oggi, dal box Yamaha filtra normalità ma aver visto il turco così poco attivo in mattinata potrebbe destare qualche sospetto.

13:39 Scintille in pista per BMW, video spettacolare dal profilo Twitter della SBK

13:31 Come in ogni test anche a Barcellona ci sono novità tecniche. Nuove dimensioni per i pistoncini della pinza frenante (ora 34mm/34mm) e un nuovo sistema di ventilazione per i freni Brembo di Yamaha.

13:30 Cancellato il tempo che era valso a Sykes il terzo posto. Ora la classifica recita: Gerloff, Rea, Redding

13.00 – Allo scoccare delle ore 13, a Barcellona è testa a testa sul filo dei millesimi tra Gerloff e Rea, 3° Sykes seguito da Redding, che preferisce non mostrare le carte, 6° Locatelli seguito da Rinaldi e Davies, 14° Bautista in ritardo di un secondo e mezzo.

12:45 Sykes ci ha voluto subito smentire, agganciando la terza posizione a 211 millesimi dalla Yamaha di Gerloff. Nove piloti ora in un secondo

12:30 Tempi sempre invariati a Barcellona con Gerloff e la Yamaha al  comando davanti a Rea. In ombra per il momento le BMW con Sykes nono e van der Mark decimo, precedute dalla M 1000 RR di Folger.

12:20 Tra i piloti verso cui non manca la curiosità in questo 2021 c'è Jonas Folger con la BMW del team Bonovo. Al momento il tedesco è ottavo a meno di sette decimi dalla vetta.

12:10 A Barcellona c'è anche Gregorio Lavilla, il numero uno della Superbike ha fatto un giro lungo la pitlane scambiando qualche parola con i team e godendosi un po' di azione dal muretto.

12:01 Un minuto dopo le 12 ecco arrivare il colpo di reni di Garrett Gerloff. L'americano sale al comando della classifica con soli 12 millesimi di vantaggio su Johny Rea.

12:00 Al Montmelò sono le 12 e davanti a tutti c'è la Kawasaki di Johnny Rea seguita dalla Yamaha di Locatelli, poi la Kawasaki di Lowes. Questi i primi tre dopo due ore di test.

11:34 Balzo in avanti anche per la Kawasaki di Alex Lowes, che ora si posizione in terza posizione a un solo millesimi dalla Yamaha di Locatelli. Da registrare poi il quinto posto della Ducati di Rinaldi. 

11:26 Attenzione ad Andrea Locatelli. Gran balzo in avanti del pilota bergamasco che si prende la seconda piazza alle spalle della Kawasaki di Rea con 464 millesimi di ritardo.

11:20 Occhio alle sorprese, una di queste è Chaz Davies che si inserisce in seconda posizione a mezzo secondo dal crono di Rea.

11:08 Johnny Rea esce allo scoperto e mette tutti in riga con il crono di 1'40"802. Il Cannibale è l'unico sotto il muro dell'1'41".

11:03 Questa la classifica a poco più di un'ora dall'inizio. E' appena sceso in pista anche Rea

10:56 E' sceso in pista Garrett Gerloff e si è subito messo in seconda posizione con il tempo di 1'41.568. Terzo Alex Lowes davanti a Folger. 

10:50 Un saluto dalla Yamaha R1 di Razgatlioglu

10:45 Ecco i tempi a 45 minuti dall'inizio della sessione. Davanti a tutti c'è Redding davanti ad Haslam, Rinaldi e Razgatlioglu. Non sono ancora scesi in pista Rea e Gerloff

10:30 Primi riferimenti cronometrici interessanti con Scott Redding che ha girato in 1'41.865

10:20 Nel frattempo ha preso la via della pista anche Leon Haslam

10:19 Ieri Jonathan Rea ha ottenuto il miglior tempo della giornata e subito dopo il lavoro in pista si è concentrato sul recupero fisico come dimostra questa foto postata su Twitter. 

10:17 Intanto nella serata di ieri, sul rettilineo di Barcellona, è stata presentata la nuova moto di Ana Carrasco al rientro alle corse dopo il brutto infortunio dello scorso anno e l'operazione chirurgica.

10:15 Scende in pista Razgatlioglu

10:10 Ecco la classifica della giornata di ieri caratterizzata da un grande equilibrio. A comandare i test ci sono il campione del mondo Jonathan Rea e la sua Kawasaki con il tempo di 1'40.793, poco più di un decimo meglio di Leon Haslam sulla Honda. Vicinissima anche la Yamaha con Gerloff terzo a +0.117 e la Ducati di Redding a +0.169. Quinta posizione per la BMW di Sykes che, quindi, completa il lotto di cinque Case diverse nelle prime cinque posizioni della classifica. 

10:08 In attesa di raccontarvi i tempi e l'azione in pista ecco gli highlights della giornata di ieri. 

10:00 Bandiera verde ma partenza a rilento in questa seconda giornata di test SBK. Molti componenti del paddock sono in fila fuori dal Centro Medico per eseguire il tampone necessario per rientrare dalla Spagna. Van der Mark, Rinaldi e alcuni dipendenti dei team GO ELEVEN e BMW

Ben ritrovati in pista a Barcellona per la seconda e ultima giornata di test della Superbike. Non manca l’attesa per questo giovedì, dopo che il mercoledì ci ha regalato un turno a dir poco incandescente con ben nove piloti racchiusi in meno di un secondo e cinque Case nei primi cinque posti (leggi QUI la cronaca del mercoledì di test).

Le premesse sono quindi delle migliori sul tracciato della Catalogna, dove l’uomo da rincorrere sarà Johnny Rea, che in sella alla sua Kawasaki ha fissato il riferimento in 1’40”793,  precedendo la Honda di Haslam, così come la Yamaha di Gerloff e la Ducati di Redding, a cui si aggiunge la BMW di Sykes,

Alle 10 il via della sessione, mentre la conclusione alle 18, senza pausa a metà giornata.  

Articoli che potrebbero interessarti