MotoGP, Morbidelli: "Ho finito la gara solo per rispetto nei confronti del team"

"Non abbiamo ancora capito cosa sia successo domenica scorsa, nel dubbio cambiamo tutto. Questo fine settimana per me sarà una tela bianca"

Share


Tutto è andato storto per Franco Morbidelli la scorsa domenica in Qatar, a causa di problemi tecnici alla sua Yamaha il pilota di Petronas non ha potuto fare altro che portare la sua moto al traguardo. Un risultato naturalmente molto al di sotto delle aspettative che ha cercato di digerire in questi giorni di pausa.

Ora l’importante è affrontare questa seconda gara con le giuste motivazioni ed energia, anche dopo un GP così difficile - spiega Franco - Bisogna cancellare tutto quello che è successo, iniziare questo fine settimana come fosse una tela bianca e andare all’attacco, come al solito”.

Hai una riposta su quello che è successo?
Abbiamo provato ad analizzare ogni cosa, ma non è ancora tutto chiaro. Si era parlato di un problema con il sistema che abbassa la moto in partenza, ma apparentemente in gara funzionava, però io ho avuto delle brutte sensazioni e prestazioni anche peggiori”.

Quindi come si procede?
Cambieremo ogni cosa, ogni particolare, su cui abbiamo dei dubbi. Spero che tutto si risolva e di potere fare un fine settimana normale”.

Domenica sera ti sei anche lamentato con Yamaha per il supporto che ti dà.
Dopo una gara del genere è normale essere un po’ agitati a causa dell’adrenalina. Ho detto che non sono il primo pilota per Yamaha, ma questa è la semplice verità perché non sono nella squadra ufficiale. Devo dire però che mi hanno sorpreso per la tempestività con cui hanno cercato di aiutarmi”.

C’è stato qualcosa da salvare nello scorso Gp?
Sono stato primo in due turni di prove libere, questa è una buona base da cui ripartire. Non vedo veramente l’ora di tornare in pista”.

Dopo il problema sullo schieramento, non hai pensato di cambiare moto?
Non ci abbiamo pensato e non sappiamo se avrebbe cambiato lo nostra gara, c’è questo punto interrogativo. Io credo che sia tutto collegato, il problema che ho avuto con la difficoltà di essere veloce la sera. Stiamo studiando”.

Non hai pensato di fermarti durante la gara?
Il rispetto che ho per la mia squadra e il loro lavoro va oltre alla brutta figura che ho fatto davanti a tutto il mondo”.

Articoli che potrebbero interessarti