Tu sei qui

Honda GB350: arriva in Giappone la modern classic di piccola cilindrata

Honda GB350 è la versione per il mercato giapponese della CB350, lanciata in India a fine dell'anno scorso. Arriverà anche in Europa?

Moto - News: Honda GB350: arriva in Giappone la modern classic di piccola cilindrata

Share


Honda copia se stessa: il successo della piccola modern classic CB350 H'ness in India ha convinto il management dell'Ala Dorata a realizzare un modello anche per il mercato giapponese e nel giro di pochi mesi, quelli necessari per adeguare il motore monocilindrico alle normative anti inquinamento interne, ecco confezionata la GB350, disponibile anche nella più sportiva versione S.

Per il momento, resta un modello riservato al mercato interno, ma non è escluso un suo arrivo in quello europeo.

Unicorno

Honda importa il proprio successo indiano. Di solito succede il contrario ovvero che un modello che va forte in patria poi viene richiesto dagli altri mercati e invece la casa nipponica vive l'esperienza contraria.

Così dopo un eccellente risultato di vendita, con oltre 10.000 esemplari venduti in quattro mesi rosicchiando quote di mercato a Royal Enfield, la Honda H'ness 350 sbarca in Giappone venendo ribattezzata Honda GB350.

E per non accontentarsi, viene annunciata contemporaneamente anche la sua versione più sportiva, la GB350 S.

Honda con questo nuovo modello guarda a una clientela di due tipi: quella giovane che cerca una prima moto per fare esperienza e quella più esperta ma che apprezza lo stile classico e non ha tante pretese sulle prestazioni.

La sigla GB non è inedita per Honda: infatti a metà anni '80 del secolo scorso per celebrare il proprio anniversario aveva prodotto un modello a tema Tourist Trophy (TT) e venne alla luce la GB500 TT, dove GB significa Great Britain (Gran Bretagna).
Fu venduta solo in pochi mercato: Usa, Nuova Zelanda, Giappone e agli inizi degli anni '90 arrivò anche in Germania, sotto il nome di Honda GB 500 Clubman e tramite canali diversi da quelli ufficiali.

Ecco perché questo storico modello è introvabile e molto stimato, sia in termini emotivi che finanziari, tanto da essere considerato un unicorno delle moto.

Motore e ciclistica

La Honda GB350 è equipaggiata con il motore monocilindrico a corsa lunga raffreddato ad aria da 348 cc, si tratta del monocilindrico di nuova generazione tanto atteso in Giappone.

Eroga una potenza di 20 CV a 5.500 giri e una coppia massima di 29 Nm a 3.000 giri e vanta anche l'HSTC (Honda Selectable Torque Control) l'equivalente del sistema di controllo della trazione, che si può facilmente disinserire.

Per contenere le vibrazioni e migliorare il comfort di guida, è stato montato un bilanciatore davanti all'albero motore e sull'albero principale.

Il monocilindrico è è montato su un telaio semi-doppia culla in tubo di acciaio, posizionato in basso per abbassare il baricentro.

Le sospensioni sono composte all'anteriore da una forcella da 41 mm di diametro e 120 mm di escursione e al posteriore da un braccio oscillante coadiuvato da due ammortizzatori.

I cerchi in lega per entrambe le modern classic misurano 18 e 17 pollici e montano gomme da 130/70 e 150/70.

L'impianto frenante con ABS prevede un disco anteriore da 310 mm e uno posteriore da 240 mm.

Estetica

Ci sono delle differenze estetiche tra la Honda GB350 e la GB350 S, che ripredono quelle delle cugine indiane CB350 e CB350 RS: classica ed elegante la prima e sportiva la seconda.

L'impostazione sportiva della versione S si vede nella posizione di guida, leggermente più caricata sull'anteriore e con le pedane arretrate, infatti il manubrio della GB350 è più vicino al corpo del pilota per una posizione di guida più rilassata ed eretta.

Il parafango anteriore della S è più corto così come il posteriore con il faro posteriore incastonato sotto la sella di ispirazione cafe racer è più snello e filante della GB350, che prevede anche un comodo maniglione per passeggero.

La sella della GB350 è su due livelli di color marrone (“per trasmettere una sensazione di calma”, comunica Honda) e ha un design classico mentre quella della S in pelle scamosciata con cuciture in contrasto rosse per entrambe le colorazioni ne mette in risalto l'anima sportiva.

La GB350 è dotata di scarico completamente cromato mentre quelli della versione S sono neri con una protezione cromata.

Entrambe le versioni sono equipaggiate con gruppi ottici full LED e una strumentazione molto semplice, che combina un tachimetro analogico, un display a cristalli liquidi e un indicatore sul lato destro che mostra lo stato del veicolo.

Varia anche il peso da una versione all'altra: la Honda GB350 pesa 180 kg mentre la GB350 S 178 kg, mentre resta invariata l'altezza della sella da terra che è di 800 mm.

Disponibilità, colori e prezzi

La Honda GB350 è disponibile dal 22 aprile 2021 in tre colorazioni: blu, rosso e nero al prezzo di 550.000 yen, che al cambio fanno 4.253 euro.

La Honda GB350 S invece è disponibile dal 15 luglio 2021 in due colorazioni: grigio e nero al prezzo di 594.000 yen, circa 4.594 euro.

Entrambe le versioni vengono prodotte in Giappone e Honda prevede di realizzare 4.500 unità all'anno.

Arriva in Europa?

Difficile dirlo. Osservando i valori del motore, le emissioni di monossido di carbonio (CO)/km, di idrocarburi incombusti (HC) e di ossido di azoto (NoX) sono conformi alla normativa vigente in Giappone dal 2016 e quindi sono distanti dallo standard Euro 5.

Il colosso giapponese dovrebbe fare l'investimento per preparare un motore secondo la norma europea anti inquinamento.

Un test sulla CB350/GB350 è già stato condotto e sta avendo ottimi risultati, ora vediamo come risponde il mercato interno e vedremo se Honda riceverà richieste per esportare la sua modern classic di piccola cilindrata anche in Europa.

O se sarà destinata a diventare un altro unicorno.

Articoli che potrebbero interessarti