Master of Hospitality Home Edition: Sua Maestà La Carbonara

Lo chef di Leopard ha mostrato per GPOne.com e Prosecco Doc uno dei piatti più semplici, ma al contempo di più difficile preparazione, del repertorio dei primi italiani: Sua Maestà La Carbonara

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


L'attuale pandemia non ci consente di tornare nel paddock della MotoGP come d'abitudine. Anche il GP inaugurale del 2021, in Qatar, è stato praticamente a porte chiuse. Ciò non vuol dire però non sognare la tanto agognata nornalità che per noi equivale, nei momenti liberi dalle prove, di poterci rilassare nelle migliori Hospitality del motomondiale.

Fra le tante, di ottima qualità, quella del team Leopard che dimostra come anche un piccolo ma efficientissimo team della Moto3 può rivaleggiare con i mega-team della MotoGP. Anche in questo caso, tutto dipende dal 'manico'. Qui la 'prima guida' è lo chef Pietro Matarazzo. Divertitevi a cucinare questa ricetta realizzata in esclusiva per GPOne.com.

Ecco le sue istruzioni per una preparazione passo-passo. Provate a seguirle, improvvisatevi cuochi, vi assicuriamo che la soddisfazione finale sarà grande!

Il progetto è stato attivato dai nostri amici del consorzio del Prosecco Doc.

"Salve ragazzi, sono Pietro Matarazzo chef del team Leopard, siamo qui per riprendere il nostro progetto delle ricetta a casa perché ovviamente con il Covid non riusciamo a farlo in circuito.

Oggi vi voglio proporre un piatto classico, tradizionale, che potrebbe sembrare semplice, ma non lo è: all’interno del paddock il giovedì sera lo dedichiamo a Sua Maestà, La Carbonara.

Ora ve lo presenterò in un modo molto semplice. Per la nostra carbonara useremo del guanciale, che rosoleremo in padella, senza grassi. Per la mia carbonara  userò un uovo ed un tuorlo per ogni commensale e del pecorino, solo ed esclusivamente del pecorino. Misceliamo tutto con la mantecatura. Useremo uno spaghetto del pastificio Rummo della città.

Si aggiunge un po’ di acqua di cottura nello spadellamento, versiamo il nostro uovo. Ed eccoci qua, impiattiamo la nostra carissima carbonara. Non c’è bisogno di presentazioni".

 

Articoli che potrebbero interessarti