Tu sei qui

Suzuki Burgman 400 2021: il maxi-scooter si rinnova tra sport e arte

Il Suzuki Burgman 400 si rinnova interpretato da quattro illustratori che ne esaltano le doti sportive ispirandosi alle Olimpiadi.

Moto - News: Suzuki Burgman 400 2021: il maxi-scooter si rinnova tra sport e arte

Share


Il Suzuki Burgman 400 oltre a rinnovarsi omologandosi alla normativa Euro 5, fa da punto di incontro tra le due ruote e l'arte illustrativa con il progetto ARThletes cover, promosso dalla filiale italiana del costruttore giapponese.

Il nuovo maxi scooter mantiene inalterate le sue caratteristiche estetiche che lo rendono un modello elegate e sportivo e chiama quattro illustratori italiani per interpretare le sue doti, traendo ispirazione da alcuni degli sport delle prossime Olimpiadi di Tokyo. Da questo impegno verrà allestita una mostra e sarà realizzato un modello speciale.

Elegante e sportivo

Oltre 760 mila unità vendute dal 1998 dimostra le capacità attrattiva del Suzuki Burgman, che in tutti questi anni è stato sviluppato anche in diverse cilindrate, dal 125 al 650 nei mercati di tutto il mondo.

Il Burgman combina la giusta eleganza per fare bella figura in città e la sportività per viaggi di medio raggio e gli aggiornamenti del 2006 e del 2017 hanno perfezionato le prestazioni, migliorando ulteriormente fruibilità e comodità e affinato l’aspetto iconico.

Per il 2021 le novità riguardano il motore, aggiornato allo standard Euro 5, l'aggiunta del traction control, l’accensione a doppia candela che combina prestazioni sportivi diminuendo i consumi e una strumentazione arricchita di nuove funzioni.

Forme e stile del Burgman 400 invece restano invariate, mantenendo la riconoscibilità e consolidando la sua posizione sul mercato degli scooter.

Le novità

Insieme all'aggiornamento alla normativa anti inquinamento Euro 5, il motore motore monocilindrico raffreddato a liquido da 400 cc del Suzuki Burgman presenta altre novità.

Il traction control che previene lo slittamento delle ruote sui fondi scivolosi garantisce sicurezza in condizioni di bassa aderenza.

Il sistema può essere attivato e disattivato attraverso un tasto sul blocchetto elettrico destro.

Il Suzuki Easy Start System debutta per facilitare l’avviamento del motore richiedendo ora solo una singola e veloce pressione sul pulsante di start, con la leva del freno azionata.

La Suzuki Dual Spark Technology di nuova introduzione porta a due il numero di candele per aumentare l’efficienza della combustione, ridurre il consumo di carburante e ottenere un’erogazione della potenza più lineare, nel rispetto degli standard Euro 5 sulle emissioni e con un contenimento dei consumi.

Grazie alle modifiche apportate alla testa del cilindro, al pistone ed all’iniettore, sia all’ottimizzazione a livello di combustione, il Burgman 400 ha una coppia generosa ai bassi e ai medi regimi e garantisce una guida fluida a un numero di giri più elevato, permettendo di percorre agevolmente tratti autostradali.

La nuova strumentazione multifunzione include la dotazione tradizionale, ovvero tachimetro e contagiri analogici facili da visualizzare ai quali si aggiunge un display digitale che può mostrare altre informazioni (contachilometri totale e due parziali, il livello della benzina, il consumo medio, la temperatura esterna e l’ora).

Inoltre, sono stati aggiunti i valori relativi all’autonomia residua e al consumo istantaneo, contribuendo a una guida più efficiente.

Un indicatore del traction control inserito nel tachimetro segnala al pilota quando il sistema è attivo.

L’indicatore del cambio dell’olio ricorda al pilota con un certo anticipo attraverso un promemoria di effettuare la manutenzione periodica prevista.

La spia Suzuki Eco Drive s’illumina nel contagiri quando si utilizza lo scooter con una guida attenta ai consumi che può aiutare il pilota ad apprendere tecniche di guida utili a risparmiare carburante.

Ciclistica

Il Suzuki Burgman 400 a prima vista può fraintendere ma sotto quella forma c'è uno scooter pratico e agile, atletico in una parola, per destreggiarsi in città.

Per il 2021 ci sono stati alcuni aggiornamenti anche ciclistici: la sella biposto su due livelli abbina un’imbottitura spessa 78,5 mm con una forma snella per fornire un comfort elevato sia al pilota sia al passeggero.

Il reparto sospensioni dello scooter vede una forcella telescopica da 41 mm con una escursione di 110 mm e un mono ammortizzatore da 100 mm di escursione regolabile nel precarico molla su 7 posizioni.

Il Suzuki Burgman 400 viaggia su ruote da 15” e 13” sulle quali sono montate gomme da 120/70 e 150/70.

L'impianto frenante provvisto di ABS è composto da due dischi anteriori da 260 mm e un singolo posteriore da 210 mm.

Estetica e finiture

La doppia sella vanta anche una doppia cucitura blu, che si abbina al color argento, dando vita a una livrea che evoca la tradizione sportiva delle stradali Suzuki.

Lo stile sportivo del Burgman 400 è messo in evidenza dal frontale e dal codino snelli e filanti.

I gruppi ottici full LED rispettano lo stile originale del Burgman e allo stesso tempo ne esaltano l'eleganza e il dinamismo.

Le ruote hanno una particolarità: utilizzano lo stesso blu dei modelli sportivi Suzuki per richiamare la tradizione sportiva di Hamamatsu.

Lo scooter giapponese conferma poi i suoi elevati livelli di praticità, grazie a un vano sotto sella che ospita due caschi, due vani dietro lo scudo anteriore dove riporre vari oggetti e ricarica lo smartphone.

L'arthleta

Non abbiamo scritto sbagliato: per mettere in risalto la forma atletica del suo maxi scooter, Suzuki ha pensato di affidare a quattro illustratori italiani una loro personale interpretazione di quattro caratteristiche fondamentali del Burgman 400 tra eleganza, sportività, stabilità e sicurezza, abbinandole ad altrettanti sport olimpici che sono tuffi, atletica leggera, ginnastica artistica e scherma.

L'idea poi è quella di rappresentare ogni interpretazione in 4 opere uniche, presentate ogni tre settimane non appena saranno a disposizione, per poi far scegliere la migliore agli utenti con una votazione online.

La livrea vincitrice poi darà vita al modello speciale che verrà realizzato.

Gli artisti coinvolti nel progetto ARThletes sono Gianluca Folì, Riccardo Guasco, Francesco Poroli e Van Orton, sotto la coordinazione di Ale Giorgini, mentre la mostra che ne nascerà sarà curata da Lorenza Salamon.

Disponibilità, colori e prezzi

Il Suzuki Burgman 400 sarà disponibile da luglio 2021 in tre colorazioni, tutte opache: grigio, nero e argento, mentre il prezzo sarò comunicato prossimamente.

Articoli che potrebbero interessarti