Tu sei qui

MotoGP, A. Espargarò: "Sono felice, abbiamo dimezzato il distacco dai primi"

"Ho sofferto a serbatoio pieno e nel sorpassare Miller. Nel finale non sono riuscito ad attaccare per via delle gomme, ma siamo sulla giusta strada. Il vento mi ha condizionato"

MotoGP: A. Espargarò: "Sono felice, abbiamo dimezzato il distacco dai primi"

Share


Una settima posizione incoraggiante, a dimostrazione degli ottimi passi in avanti fatti durante l'inverno. Già ampiamente competitivo nei test delle settimane scorse e nella prima parte del week-end inaugurale della stagione 2021, il binomio Aleix Espargarò-Aprilia era atteso alla cosiddetta "prova del nove". Registrato addirittura il primato cronometrico della Casa di Noale sul tracciato di Losail nella qualifica, in gara lo spagnolo si è destreggiato alla perfezione concludendo a soli cinque secondi dal vincitore Maverick Vinales.

"Sono contento, la reputo una gara solida. Nonostante i pochi giorni di test a disposizione, fin da subito siamo riusciti a trovare una base che ci ha consentito di lottare per il vertice della classifica - ha ammesso Aleix - ho sofferto più del previsto nei giri iniziali a serbatoio pieno, inoltre ho perso un sacco di tempo nel sorpassare Miller, la velocità di punta della Ducati è superiore rispetto alla nostra. Dovremo lavorare su entrambi gli aspetti. Dopodichè ho migliorato il mio ritmo e, assieme a Mir, sono rientrato nel gruppo di testa".

I progressi sono accertati, basti pensare che nel 2019 il 31enne arrivò con quasi il doppio dei secondi di svantaggio dalla vetta. Numeri impressionanti che certificano lo sviluppo della RS-GP. 

"Purtroppo nel finale avevo consumato eccessivamente l'anteriore, ciò non mi ha permesso di effettuare ulteriori sorpassi  - ha aggiunto - ad ogni modo sono soddisfatto in confronto alle prestazioni del recente passato. La moto è competitiva, mi sento forte in frenata, siamo sulla giusta strada".

Parallelamente, la prima contesa dell'anno è stata funestata da fortissime raffiche di vento che (almeno inizialmente) avevano messo a rischio la sua disputa. Un elemento che non ha agevolato l'operato dei protagonisti della MotoGP.

"Il vento ci ha creato non pochi problemi, nel warm up ho sofferto notevolmente, specialmente in ingresso delle curve 7, 8, 9 e nei cambi di direzione. In gara si è fatto sentire e mi ha penalizzato notevolmente, altrimenti avrei potuto portare a casa un risultato ancor più buono. Spero di trovare condizioni diverse tra sette giorni".

Articoli che potrebbero interessarti