Tu sei qui

F1 - GP Bahrain: Verstappen batte Hamilton in qualifica, Leclerc 4°

Super tempo del pilota Red Bull che, insieme a Bagnaia, è protagonista di una giornata perfetta per i 1997 del motorsport. 3° posizione per Bottas ma la sorpresa è Alonso, 9° dopo due anni di assenza 

Auto - News: F1 - GP Bahrain: Verstappen batte Hamilton in qualifica, Leclerc 4°

Share


È la giornata dei ‘97 nel motorsport. Un’ora prima della bella qualifica di Pecco Bagnaia a Losail, a soli 120 km in linea d’aria dal tracciato di Doha, Max Verstappen portava la sua Red Bull motorizzata Honda in prima posizione sulla pista del Bahrain. Entrambi nati nel 1997, entrambi in pole position in questo primo sabato di corse del 2021. 
E se Bagnaia ha rifilato con il suo tempo da record 266 millesimi al secondo classificato Fabio Quartararo, l’olandese della Red Bull ha fatto addirittura meglio staccando Lewis Hamilton di quasi quattro decimi (+0,388s). Un Q3 davvero stellare per Verstappen che non ha potuto intaccare, e nemmeno avvicinare, il record della pista di Hamilton per via delle nuove scelte di Pirelli, con pneumatici più duri rispetto a quelli della passata stagione e ad un cambio nell’architettura del fondo delle monoposto.

In seconda fila, a fare da spettatori non paganti della lotta che ci sarà in partenza tra Verstappen e Hamilton, e sperando di poter dire la loro nelle prime curve, ci saranno Valterri Bottas e Charles Leclerc. Posizioni ravvicinate ma sentimenti diametralmente opposti per i due piloti, con il finlandese della Mercedes nel pieno di una crisi di inizio stagione, tanto da definire la monoposto più vincente degli ultimi anni “inguidabile” nella giornata di ieri. Felicità e speranza, invece, per il monegasco che ancora una volta ha dimostrato di poter tirare fuori il massimo da una Ferrari ancora non pienamente competitiva. Charles domani partirà con gomma morbida, a differenza di Bottas, Hamilton e Verstappen che, invece, avranno la media e potranno allungare il loro primo stint e posticipare il pit stop. 

Terza fila per l’ottimo Pierre Gasly su Alpha Tauri che al suo fianco avrà Daniel Ricciardo, capace al primo GP con la Mc Laren, di battere in qualifica il compagno di squadra Lando Norris, settimo davanti a Carlos Sainz. Lo spagnolo della Ferrari non ha trovato lo spunto giusto in Q3 ma è ancora alle prime uscite con la Rossa e sta cercando la confidenza giusta per poter spingere al massimo con la monoposto di Maranello. Quinta fila per la Aston Martin di Lance Stroll ma davanti a lui c'è Fernando Alonso, 9° al suo ritorno in Formula 1 con l’Alpine (ex Renault). 

La delusione del giorno è Sergio Perez, 11esimo e fuori dal Q3 per via di una scelta sbagliata da parte del muretto Red Bull. Il messicano, alla sua prima gara con il team di Milton Keynes, non ha montato la gomma morbida nel Q2 per provare a passare il taglio con la media, non riuscendoci. 12° tempo per Antonio Giovinazzi che scatterà dalla 6° fila con Perez e dovrà difendersi dagli attacchi di Yuki Tsunoda e Kimi Raikkonen. E se il secondo non ha assolutamente bisogno di presentazioni di certo non si può dire lo stesso per il giovane giapponese dell'Alpha Tauri, sorpresa dei test di inizio anno e di queste prove libere.

Sempre protagonista del classico “miglior risultato possibile” George Russel, 15° con la Williams davanti a Esteban Ocon (nettamente battuto nel confronto con il compagno di squadra Alonso). 
Penultima fila per Latifi davanti a Sebastian Vettel, 18° e ancora alla ricerca delle giuste sensazioni con l’Aston Martin. Fanalino di coda del Circus la Hass con Mick Schumacher davanti a Nikita Mazepin. 

Articoli che potrebbero interessarti