MotoGP, Suzuki, Mir e Rins: l'importanza dei numeri primi

Questo inverno si è parlato troppo poco della Suzuki. Perciò ecco tre semplici foto di Joan, Alex e della GSX-RR circondati da numeri, graficamente realizzati come appunti scritti a mano. Della serie: ricordateveli!

Share


Questo inverno si è parlato in verità troppo poco della Suzuki, sia come moto vincente che per i suoi due piloti che, non dimentichiamocelo, sono arrivati primo e terzo nel campionato del mondo.

Poi, a catalizzare l’attenzione sulla squadra è arrivato l’annuncio dell’addio di Davide Brivio. Insomma, per un motivo o per l’altro, i problemi di Marquez, la nuova ‘casa’ di Rossi in Petronas, i tweet di Lorenzo, il prepensionamento di Dovizioso, la casa di Hamamatsu non ha ricevuto la considerazione che meritava: c’era sempre qualcosa di più caldo di cui scrivere.

Per questo motivo, forse, alla partenza del mondiale MotoGP i creativi azzurri hanno deciso di pubblicare tre semplici foto di Joan, Alex e della GSX-RR circondati da numeri, graficamente realizzati come appunti scritti a mano. Della serie: ricordateveli!

Cominciamo da lei, la numero 1: 240 cv (si sono tenuti strettissimi), 1000 cc, 340 Km/h (ed i piloti ne vorrebbero di più), 157 Kg.

Per Rins i numeri sono 15 vittorie (in carriera), 17 pole, 52 podi, 16 giri veloci e 1,76 metri di altezza per 72 Kg…però, lo facevamo più magro!

Il fumetto recita: nato a Barcellona nel 1995. Due anni in più del campione del mondo, Joan Mir, che invece è di Maiorca, come Jorge Lorenzo e, come lui, ha iniziato alla scuola del papà di Porfuera, Chico.

Joan, che ricordiamo iridato della Moto2 con il team Leopard, ha vinto 12 Gran Premi, è salito sul podio 27 volte, con 2 pole e 6 giri veloci, pesa 69 Kg ed è alto 1,81.

Insomma, poiché è sempre la somma che fa il totale, la Suzuki parte favorita anche se, per la sua storia, è sempre stata l’underdog della categoria!

Ah, dimenticavamo! Proprio stamane ci è arrivata una comunicazione ufficiale: Suzuki prenderà parte al campionato del mondo 2021!

Ci stava per sfuggire la notizia più importante dell'anno: Suzuki vince e si ritira imbattuta...scherziamo, eh...

 

Articoli che potrebbero interessarti