Tu sei qui

MotoGP, Morbidelli: "Non ho pensato molto a Marquez, ma avrei voluto fosse in gara"

“Qualora non dovessi vincere non sarà un disastro. Nel 2020 ero con le spalle al muro. Lo scorso anno è stata dura lasciarsi alle spalle una stagione come il 2019. Marquez? La sua è una decisione intelligente"

MotoGP: Morbidelli: "Non ho pensato molto a Marquez, ma avrei voluto fosse in gara"

Share


È il vicecampione in carica della MotoGP: le aspettative nei suoi confronti sono alte. Stiamo parlando di Franco Morbidelli, che in casa Yamaha si troverà quest’anno a dividere il box insieme a Valentino Rossi.

Alla vigilia del round inaugurale in Qatar, l’alfiere Petronas scalpita per la nuova sfida.

“Dai, ci siamo – ha esordito Franco – dopo gli ultimi test è ora di tornare in pista e mi sento pronto. Non so cosa aspettarmi da  questa stagione 2021, mi riferisco ovviamente al persistere della pandemia, anche se spero che la situazione sia più normale rispetto allo scorso anno. Di sicuro c’è entusiasmo e tanta voglia di gare e di ripartenza da parte di tutto il paddock, visto il lungo stop invernale”.

Come detto non manca l’attesa  nei confronto del romano di Tavullia.
“La pressione c’è, ma è una bella pressione. Personalmente, è stato più difficile lo scorso anno, quando ero con le spalle al muro. Uscire da un anno come il 2019 è stato molto più complicato, adesso invece c’è una pressione propositiva, legata ovviamente ai risultati e a quelle che sono le aspettative dopo quanto dimostrato nel 2020”.

Di sicuro la concorrenza sarà agguerrita a partire da Miller e la Ducati.  
“Sono preparato per il meglio, ma anche  per il peggio. Qualora non dovessi riuscire a vincere non sarebbe comunque un disastro, dato che il livello del Campionato è alto e i piloti sono forti. Lo abbiamo visto soprattutto nei test invernali. Io però sono qua per lottare e cercare di battere i miei rivali in pista, consapevole della loro forza"

Nella sfida iridata, Morbidelli si affidata all’esperienza di un capotecnico come Forcada.
“Ramon mi offre una competenza tecnica incredibile e fondamentale. Inoltre, il suo coinvolgimento nel progetto Petronas, implica un approccio a delle persone più mature, cosa che a me piace molto, dato che Forcada è una persona davvero intelligente. Sono quindi molto felice di averlo al mio fianco”.   

A proposito di esperienza e maturità Frankie dice la sua sulla rinuncia di Marc Marquez.
Penso sia stata una scelta  intelligente da parte sua. A dir la verità non ho speso molte energie a pensare alla presenza di Marc o meno qua in Qatar. Sarebbe comunque stato interessante vederlo in azione, in modo da capire il suo livello in pista. Lo aspettiamo comunque alle prossime gare e questo lo decideranno i dottori insieme a lui ovviamente".

Articoli che potrebbero interessarti