Tu sei qui

MotoGP, Taramasso: "Con le nuove Michelin sarà più facile sistemare la moto"

"Forniremo ai piloti una gamma più snella e versatile e abbiamo anche migliorato la consistenza passando a mescole più dure e performanti"

MotoGP: Taramasso: "Con le nuove Michelin sarà più facile sistemare la moto"

Share


Dopo i test invernali è arrivato il momento di fare sul serio, con la prima gara in programma domenica sul circuito di Losail, in Qatar. Sarà il primo scontro in pista per i piloti, ma anche un banco prova importante per Michelin. Per il 2021, date anche le difficoltà di organizzare test, gli pneumatici non hanno subito rivoluzioni, ma solo un’evoluzione.

Il problema principale in Qatar è la sabbia che rende l’asfalto molto abrasivo e il calare delle temperature dopo il tramonto, che lo rende scivoloso. Come da regolamento i piloti hanno a disposizioni 3 opzioni (soffice, media e dura) per quanto riguarda le mescole, con le anteriori morbide e dure simmetriche, mentre tutte le altre gomme sono asimmetriche.

Piero Taramasso, responsabile di Michelin, fa il punto della situazione prima di iniziare: “sono molto orgoglioso di ciò ha fatto gli staff Michelin a Clermont-Ferrand e sul campo hanno realizzato. Nonostante le difficili circostanze che hanno dovuto affrontare e lavorando all'interno dell’attuale quadro tecnico, sono riusciti a partire dall'esperienza acquisita nel 2020 per rivisitare in profondità la nostra gamma di pneumatici per la MotoGP. Il nostro programma di test pre-stagionali ci ha permesso di raggiungere i nostri obiettivi di sviluppo e i risultati sono estremamente incoraggianti. Significa che saremo in grado di fornire ai piloti ai piloti una gamma più snella e versatile, che a sua volta faciliterà il loro lavoro di messa a punto della moto”.

Abbiamo anche migliorato la consistenza passando a mescole leggermente più dure, massimizzando allo stesso tempo l'aderenza e le prestazioni - aggiunge - Questi miglioramenti sono stati elogiati dai nei test in Qatar, dove i nostri pneumatici hanno contribuito a stabilire due nuovi record della MotoGP MotoGP per Losail: quello del giro più veloce per la pista che è stato opera del pilota del team Ducati Jack Miller, con un tempo di 1’53”183, e quello della velocità più alta mai raggiunto lì quando Johann Zarco è passato a 357,6 km/h lungo il rettilineo principale”.

Articoli che potrebbero interessarti