Tu sei qui

Bastianini: “Saranno 22 giri tosti: i dettagli in MotoGP fanno la differenza"

"Domenica l'obiettivo sarà divertirmi e finire la gara, non vedo l'ora di scendere in pista. Avere l'occasione di correre due volte sullo stesso circuito sarà molto importante"

MotoGP: Bastianini: “Saranno 22 giri tosti: i dettagli in MotoGP fanno la differenza"

Share


Ultimo giorno di relax per i piloti della MotoGP. Domani i protagonisti del primo Gran Premio della stagione torneranno sul tracciato di Losail per rilasciare dichiarazioni e dare ufficialmente inizio al mondiale 2021. Enea Bastianini, al via della sua prima stagione in classe regina, si è dichiarato entusiasta nell’attesa di poter nuovamente scendere in pista in sella alla sua Ducati. Il pilota romagnolo tornerà in azione venerdì mattina in occasione delle prime prove libere dell’anno.

“È ancora mercoledì – ha esordito Enea – però sto per andare in pista. Non vedo l’ora che sia venerdì per fare le Free Practice 1. Ho fatto dei buoni test e alla fine è andata bene. Direi che gli ultimi due giorni sono migliorato abbastanza. Ho ridotto il distacco dal primo e ho fatto anche meno fatica a guidare. Ora dovrò fare sicuramente un altro passo avanti. L’ obiettivo di questa domenica è di divertirsi, imparare il più possibile e finire la gara”.

Ti spaventa la lunghezza, e i tanti giri, da percorrere?
“Spaventare no, però saranno ventidue giri tosti”.

Punti forti e punti deboli che hai trovato?
“Tra i punti forti direi che, tra le cose a cui mi sono abituato subito, c’è la frenata. Invece, una cosa in cui ho fatto più fatica è stata lasciare i freni presto rispetto ai due piloti ufficiali. Lì ho ancora tanto lavoro da fare, devo capire il limite delle gomme. Avrò modo di crescere. Correre due volte sulla stessa pista sarà importante”.

Per quanto riguarda la telemetria?
“Qui ce n’è tanta! Ci sono molti sensori, tanta elettronica. I dettagli fanno la differenza, sicuramente più che in Moto2”.

Articoli che potrebbero interessarti