Tu sei qui

Prova Valenti Motard SM 125 Z: piccola, grintosa e ben fatta!

Un tempo i 125 facevano sognare ogni ragazzino, dopo anni di crisi sembrano tornare, con ottimi prodotti come questa proposta quasi artigianale di Valenti Racing

Moto - Test: Prova Valenti Motard SM 125 Z: piccola, grintosa e ben fatta!

Share


Parliamo degli anni ’80-‘90, ovvero il periodo di maggior successo di queste piccole cilindrate, che sapevano emozionare ogni adolescente di quegli anni. Poi purtroppo, per vari motivi, i tempi sono cambiati e le 125 hanno subìto una svolta radicale, sia per le norme che hanno introdotto la limitazione della potenza (15 CV per tutti i motoveicoli di cilindrata 125 cc), ma anche per un minor interesse da parte dei giovani.

Oggi sembra che il segmento, dopo anni di abbandono sia tornato finalmente a godere dell’interesse che merita, sia da parte di molti costruttori, che dei piloti più giovani. Al giorno d’oggi i ragazzi hanno tanti modi per potersi distrarre, basta guardare quanti telefonini di ultima generazione hanno nelle loro tasche per capire che il mondo purtroppo è cambiato rispetto a 20 - 30 anni fa, ma siamo poi sicuri che tutto questo benessere sia in grado di far divertire davvero un ragazzo di 16 anni?

Noi abbiamo provato una moto che possiamo definire artigianale, ma veramente ben fatta e soprattutto divertente. Stiamo parlando della Valenti SM 125 Z, un marchio nato nel 1973 dalla passione del suo fondatore Enzo Valenti, che dal 1979 mette in produzione moto da lui firmate. In molti oggi lo conoscono come riferimento della gamma fuoristrada di uno dei marchi giapponesi più importanti, ma è ancora attivo con il suo ruolo di produttore.

La SM 125 Z spicca per la sua componentistica di pregio e l’assoluta cura artigianale. Nasce dall’esperienza proprio di Enzo, che in tutti questi anni di attività, ha saputo mettere in campo una moto capace di ottime prestazioni, ma soprattutto fatta a regola d’arte. Curata in ogni particolare, offre un design ricercato e tanta grinta.

L’ESTETICA DELLA SM 125 Z È AGGRESSIVA E DAL DESIGN UNICO

La Supermoto Valenti SM 125 Z è la versione motard della RME 125 Z e, come la sorellina da enduro, è una moto adatta a chi cerca un mezzo poco impegnativo e con bassi costi di gestione. La qualità della SM 125 Z è davvero buona, con particolari curati sia per quanto riguarda la parte grafica della moto, che nelle plastiche, che risultano ben accoppiate, precise e ben assemblate.

Linee tese e dimensioni contenute, con un bel parafango anteriore alto a forma di becco, che fa sembrare la piccola 125 una moto da competizione e che sicuramente sa farsi notare. Sono completamente a LED sia il faro anteriore che posteriore, come anche gli indicatori di direzione e risultano piccole, ma ben visibili durante le svolte.

Il piccolo quadrante con contachilometri digitale e contagiri è ben leggibile e posizionato, ma manca l’indicatore della marcia inserita, che a nostro avviso è d’obbligo ormai pretendere. I comandi al manubrio sono ben fatti e resistenti, ma soprattutto intuitivi nell’utilizzo. Il pedale del freno è ricavato dal pieno in alluminio ed il forcellone idroformato è anch’esso in lega d’alluminio.

La sella ergonomica (con tanto di logo Valenti) è stata studiata per assicurare un maggiore grip e l’altezza da terra risulta a 900 mm. La Valenti SM 125 ha un bel telaio perimetrale in acciaio, con la parte posteriore scomponibile in lega d’alluminio, realizzato con il supporto della DM TELAI, che da oltre 40 anni lavora in Italia nella sede storica di Zola Predosa (Bologna) nel campo della meccanica e della produzione di telai.

All’anteriore c’è una forcella R16 V regolabile da 41 mm e una corsa da 270 mm e al posteriore troviamo una tripla regolazione idraulica, che assicurano un elevato grip e precisione di guida. I cerchi da 17” di colore nero, sono in lega di alluminio e calzano pneumatici Mitas 110/70 all’anteriore e 140/70 al posteriore.

L’impianto frenante conta su un singolo disco da 300 mm a margherita davanti, mentre al posteriore sempre a margherita, troviamo un singolo disco da 220 mm. Senza ABS, ma con la frenata combinata obbligatoria per legge. Il peso in ordine di marcia, quindi con il pieno, è di 117 kg ed il serbatoio ha una capacità di 6.8 litri (compresa riserva di 1 Litro). Si tratta decisamente di una moto ben fatta e ben curata.

IL MOTORE 4 TEMPI DA 124.2 CC È GRINTOSO E CONVINCENTE

La moto monta un motore monocilindrico con doppio albero a camme, raffreddato a liquido (Euro 4) della più nota marca Piaggio. Affinato da Valenti il 4 tempi ad iniezione con 4 valvole, bialbero e con avviamento elettrico, con il quale basta un "clic" e sei subito pronto a partire.

La potenza massima è ovviamente quella imposta dalla legge, quindi 11 kW (15 CV) con un rapporto di compressione di 12.5:1. La frizione è di tipo multidisco in bagno d’olio con campana a denti dritti e con una trasmissione a 6 rapporti.

Da un lato il prezzo è decisamente impegnativo, ma la Valenti SM 125 Z, che ha doppia omologazione a libretto motard/enduro, ha evidentemente la qualità costruttiva ed il fascino del design di una due ruote ben realizzata e capace di ingolosire quei clienti particolarmente attenti all’autenticità ed al fascino di un prodotto di questo segmento.

VALENTI SM 125 Z – COME VA?

Chiamo Enzo al telefono, amico di famiglia ormai da molti anni, e ci accordiamo in merito alla prova che andrò a svolgere con una delle sue “bimbe”, proprio la Valenti SM 125 Z. Il giorno seguente mi presento subito all’appuntamento presso la sede di Lissone (MB).

Mi sento un ragazzino pure io, casco da Cross e mascherina alla mano, non una di quelle per la protezione delle vie respiratorie, le FFP2 o FFP3 diventate di attualità per via del COVID, ma la mascherina da motocross, come ai bei vecchi tempi della mia adolescenza.

E via, pronto per partire! La SM 125 Z del test è praticamente nuova e devo ammettere che mi piace un sacco, con la sua linea snella e compatta e con le sue sovrastrutture che la contraddistinguono. La sua sella è decisamente alta, ma la posizione di guida è discreta, con il manubrio largo che permette di avere tutto sotto controllo, una caratteristica apprezzabile soprattutto se ci si trova in città.

Premo il pulsante dello starter elettrico, che garantisce una facile e pronta messa in moto del monocilindrico. Sentire il tranquillo borbottio del 4 tempi al posto del rumore del 2 tempi a cui eravamo tutti abituati negli anni 80/90, fa uno strano effetto, ma questo monocilindrico frulla davvero bene e con decisione, sotto alle plastiche della carenatura.

La moto pesa davvero poco ed è facilmente manovrabile anche da fermo. Le dimensioni contenute della 125 Z la rendono il mezzo ideale per sgusciare nel traffico cittadino soprattutto grazie all’ottima maneggevolezza. La Valenti SM 125 Z affronta decisa le buche e le asperità dell’asfalto, senza che si creino scompensi alla ciclistica o “sbacchettamenti” al manubrio e si apprezza in particolare il lavoro svolto delle sospensioni.

I meriti di queste ottime doti dinamiche vanno sicuramente anche al reparto sospensioni, messo bene a punto ed ai cerchi in lega di alluminio, che si traducono in un aumento di stabilità e sicurezza anche su un fondo stradale non perfetto. Agilissima e veloce nello scendere in piega, veloce nei cambi di direzione, questa SM 125 Z è davvero facile da gestire in ogni situazione.

La compattezza ed il peso ridotto conferiscono inoltre ancora più brio ad un motore che si è rivelato “allegro” e decisamente brillante e vivace, capace di accelerazioni e allunghi decisi. Il cambio è morbido quanto basta e discretamente preciso ed ha una frizione morbida da azionare. L’impianto frenante è potente e ben modulabile con un’azione combinata precisa.

In sintesi, per concludere si può dire che acquistare una moto è un passo importante e bisogna senza dubbio conoscerla ed assaporarne le emozioni che trasmette durante la guida, ma sicuramente questa Valenti 125 SM Z ha tutte le carte in regola per far innamorare e sognare anche quei ragazzini ai quali è rimasta ancora la passione per le due ruote e non solo per i telefonini.

Il prezzo della SM 125 Z è di 5.750 euro ed i colori disponibili sono: giallo/blu, come quella della nostra prova e bianco/blu.

Per il nostro test abbiamo utilizzato:

Casco: Nolan N53 Sidewinder – 42 Metal White

Maschera: Ethen Zerocinque R - MX0558

Giacca: Dainese HF 3 Leather jacket

Pantalone: Dainese Jeans Classic slim tex

Scarpe: Dainese Energy D-WP

Guanti: Dainese Full Metal 6

 

Articoli che potrebbero interessarti