Tu sei qui

Triumph TE-1 Prototype, la moto elettrica fa un passo in avanti

Triumph è capofila del progetto TE-1 Prototype che coinvolge le migliori realtà inglesi per la produzione della prima moto elettrica.

Moto - News: Triumph TE-1 Prototype, la moto elettrica fa un passo in avanti

Share


Il progetto TE-1 Prototype di cui Triumph è capofila, è sviluppato in 4 Fasi e riunisce le migliori aziende britanniche nel campo della ricerca e sviluppo dell’automotive e dell’elettrificazione, finalizzato alla produzione di moto elettrica, grazie alla massima integrazione tra i diversi sistemi, sviluppati individualmente dai singoli partners.

Dopo la fase 1, che è stata la presentazione del maggio 2019, ora entra nella fase 2, mostrando il gruppo motore-batteria e i bozzetti.

Progetto integrato

La casa di Hinckley è a capo di un progetto tutto britannico per lo sviluppo di tecnologie dedicate alle moto elettriche.

Dopo la presentazione del maggio 2019, ora è entrato nella fase 2 di un percorso di quattro tappe che coinvolge le aziende di ingegneria e design più innovative dell'isola.

Il progetto TE-1 è finalizzato allo sviluppo di una moto elettrica, dotata di tecnologia evoluta ed innovative soluzioni di design integrato.

I primi risultati sono molto soddisfacenti: infatti, i test hanno mostrato la possibilità di raggiungere e superare gli attuali riferimenti di mercato in termini di performance, durata, guidabilità attesa dalle attuali moto elettriche.

Fase 2

La fase 2 del progetto TE-1 Prototype di Triumph riguarda il motore elettrico, i suoi primi risultati e il concetto di design.

Per ora il progetto prosegue anche meglio delle aspettative: le prestazioni del motore sono state addirittura migliori degli obiettivi fissati dallo UK Automotive Councile per il 2025, grazie a un importante lavoro sulla massa e sulla tecnologia della batteria.

L'obiettivo del gruppo di lavoro è di sviluppare una moto elettrica delle prestazioni elevate e di permettere a Triumph di avviare una prossima produzione di moto elettriche.

Oltre a Triumph, il Project TE-1 riunisce importanti realtà del settore automotive e accademico britannico ed è supportato e finanziato dallo UK Government’s Office for Zero Emission Vehicles (OZEV), tramite Innovate UK.

“Il completamento della Fase 2, e i promettenti risultati raggiunti ad oggi, ci forniscono una interessante anticipazione delle reali potenzialità del veicolo elettrico e mostrano bene il talento e lo spirito innovativo di questa collaborazione tra diverse eccellenze britanniche. Senza dubbio, i risultati di questo progetto ci saranno molto utili per fissare e definire le aspettative dei nostri clienti verso la commercializzazione di un veicolo in grado di ridurre significativamente l’impatto ambientale della propria mobilità individuale” ha dichiarato Nick Bloor, CEO di Triumph.

“Stiamo già intravedendo uno dei pilastri che come #triumph Motocycles vogliamo sempre porre alla base dei nostri modelli: la perfetta combinazione di piacere di guida, equilibrio su strada, e inconfondibile carattere Triumph”.

A ognuno il suo

Le moto elettriche del futuro dovranno essere performanti come quelle termiche e avere anche una lunga durata della batteria ed è questo l'impegno assunto da tutte le parti coinvolte nel progetto TE-1.

WAE (Williams Advanced Engineering) è al lavoro sulle celle e il design della batteria, funzionali alla prestazioni sotto ogni aspetto, dimensioni e masse incluse e in grado di fornire la potenza disponibile indipendentemente dal livello di carica.

La Integral Powertrain Ltd si sta occupando di progettare il motore elettrico, cercando di spingersi oltre i limiti, riducendo i volumi e il peso, iniziando dall'eliminazione dei cablaggi.

Questa soluzione ha permesso di produrre nei test 180 CV (130 kW) con un peso di appena 10 kg, meno di quanto proposto dal mercato fino ad ora e molto meno rispetto alla concorrenza, sia elettrica che termica.

L'Università di Warwick ha lavorato al fianco di Triumph per definire la durata delle batterie sviluppare il software adeguato, testandolo in condizioni di utilizzo reale.

Una fase che ha permesso di individuare la miglior componentistica da far progettare ai partners, come per esempio impianto frenante, acceleratore, impianto di illuminazione e altro.

Triumph è alle prese con la centralina che controlla il veicolo e i vari sistemi di assistenza alla guida (gestione dell’acceleratore, ABS, traction control etc.).

Il team di Hinckley ne ha approfittato per implementare nuovi sistemi di sicurezza nonché il futuro dashboard di bordo.

Oltre all'aspetto elettronico, sta sviluppando quello ciclistico e il telaio per alloggiare le batterie e il motore, in vista della Fase 3 che prevede la realizzazione di un prototipo completo che verrà poi testato nella Fase 4.

Motociclista al centro

Un po' com'è stato per lo sviluppo della Trident, anche per i progetto TE-1 Triumph ha raccolto le opinioni dei motociclisti e dei clienti, riguardo le loro aspettative per una moto elettrica, combinando esigenze tradizionali (potenza, comfort e piacere di guida) con quelle future (affidabilità, durata per esempio).

“Abbiamo iniziato ad integrare motore e batterie con il software di gestione dell’acceleratore per creare un’erogazione emozionante e sempre controllabile.

Dal punto di vista del design, vogliamo interpretare il marchio Triumph in modo coerente e rispettoso, seppure fresco e innovativo” dichiara Steve Sargent, Responsabile Prodotto di Triumph.

“Deve sempre essere riconoscibile il nostro DNA, non ci interessa disegnare un oggetto diverso dagli altri solo per il gusto di catturare l’attenzione. Siamo entusiasti dei progressi che insieme ai nostri partner stiamo ottenendo, con l’obiettivo di ridefinire le reali aspettative di una motocicletta elettrica del prossimo futuro”.

Il progetto

Al progetto TE-1 Prototype collaborano diverse aziende, ognuna con una precisa specializzazione.

Triumph Motorcycles, project leader e produttore di moto, fornisce esperienza nel campo della progettazione del telaio, di assemblaggio delle parti, di ingegnerizzazione del veicolo, sistemi di gestione elettronica del motore.

Williams Advanced Engineering fornisce innovative batterie particolarmente leggere e performanti.

Integral Powertrain Ltd.’s e-Drive Division si occupa della progettazione del motore elettrico e dell’inverter, sviluppati in modo completamente integrato.

WMG, presso l’Università di Warwick fornisce esperienza del campo della mobilità elettrica sotto molti aspetti, identificando le migliori strategie per rispondere alle future richieste del mercato e ai trend emergenti.

Office for Zero Emission Vehicles (OZEV), ente governativo costituito da un team di professionisti che si occupano di mobilità a zero emissioni e di reperire gli investimenti necessari. Fa parte del Department for Transport e del Department for Business, Energy and Industrial Strategy.

Innovate UK è l’organo afferente al governo britannico incaricato di favorire e supportare lo sviluppo di innovazione aggregando eccellenze britanniche.

Articoli che potrebbero interessarti